• Articolo , 1 luglio 2011
  • WWF e Coca Cola, un “bio-cartellone” pubblicitario assorbe 13 kg di CO2

  • Un cartellone pubblicitario che misura 60 piedi, realizzato con materiali riciclati e riciclabili e ricoperto di piante in grado di assorbire 13 kg di CO2 all’anno, permetterà alle aziende di rafforzare la propria immagine green

(Rinnovabili.it) – Quando la pubblicità va di pari passo con la lotta al cambiamento climatico e all’inquinamento il risultato è un cartellone pubblicitario ricoperto di piante di tea che lasciano scoperto solo uno spazio sagomando la forma della bottiglia della più famosa tra le bibite gassate. Il progetto, nato dalla collaborazione di Coca Cola Filippine con il World Wide Fund For Nature (WWF), sarà utile all’ambiente in quanto il _bio-cartellone pubblicitario_ sarà in grado di assorbire in un anno ben *13 kg di anidride carbonica*. Ma il vantaggio non è esclusivamente nella presenza delle piante, la struttura infatti è realizzata interamente con materiali riciclabili e riciclati: vecchie bottiglie di Coca Cola sono state trasformate in vasi per le piante che, oltre a ridurre la CO2, abbasseranno il rischio di malattie a carico dell’apparato respiratorio provocate dagli alti tassi di inquinamento rilevati nell’aria.
L’invenzione, per cui si stanno studiando le più idonee collocazioni, rappresenta quindi un impegno delle società a favore della salute dell’ambiente e dei cittadini avvalorata dai risultati che la Coca Cola sta portando avanti in fatto di gestione e produzione dei rifiuti. E’ stato infatti comunicato che nei 17 siti europei della società il tasso di recupero dei rifiuti equivale attualmente al 99,5%, grazie anche alla riduzione della quantità di imballaggi (-35mila tonnellate dal 2009).