• Articolo , 24 novembre 2008
  • Zaratti, fotovoltaico di III generazione e idrogeno da rinnovabili a Latina

  • L’assessore all’Ambiente del Lazio, commenta la partenza operativa del Polo per la Mobilità Sostenibile con oltre cinquanta aziende che hanno già stipulato degli accordi di collaborazione

Si tratta di “un’iniziativa importante per quanto riguarda lo sviluppo delle politiche rivolte ad una maggiore sostenibilità nella nostra Regione”. A dichiararlo è Filiberto Zaratti, Assessore all’Ambiente e Cooperazione tra i Popoli della Regione Lazio.
“Questo nuovo polo tecnologico, infatti, si inserisce a pieno titolo all’interno di un processo che vede la Regione Lazio impegnata nello sviluppo delle imprese eco-sostenibili attraverso il supporto mirato al mondo della ricerca – illustra Zaratti – Come Assessorato Ambiente abbiamo individuato alcuni settori che contengono forti elementi di innovazione di prodotto e che possiedono al tempo stesso delle buone potenzialità di sviluppo sul breve-medio periodo. Questi settori sono il fotovoltaico di terza generazione, il cui Polo è stato inaugurato a luglio, la mobilità sostenibile e l’idrogeno da rinnovabili il cui Polo sarà inaugurato tra pochi giorni. La mobilità sostenibile rappresenta un segmento importante per due motivi. Il primo è rappresentato dal fatto che lo sviluppo di veicoli a basse o nulle emissioni avrà in un futuro prossimo una relazione diretta con l’inquinamento urbano. Il secondo motivo, invece – continua l’assessore – risiede nel fatto che il nostro Paese possiede delle competenze di primissimo livello in materia di mobilità che bisogna declinare verso quelli che saranno i nuovi mercati legati ai veicoli a basso o nullo impatto ambientale”.
Non tenere il passo della ricerca più avanzata, spiega Zaratti, “significa non solo essere relegati ai margini dei mercati, con tutte le conseguenze che ciò possiede sul fronte sociale e occupazionale, ma vuole dire soprattutto dover fare i conti con un ambiente sempre più degradato. Per questo motivo penso che la tutela ambientale debba andare di pari passo con l’innovazione tecnologica. Il Polo per la Mobilità Sostenibile che abbiamo finanziato come Assessorato per 2,5 milioni di euro, sotto questo profilo porterà a dei risultati importanti”.
Ad oggi già oltre 160 sono i soggetti, tra imprese e associazioni di settore, che si sono interessati all’iniziativa e già una cinquantina, quelli che hanno concordato una collaborazione con il Polo di Cisterna Latina.
“Ancora più interessante – chiude l’assessore Zaratti- è stata la partecipazione delle imprese laziali, raggruppate dal Polo, al progetto Industria 2015. Sono stati presentati ai bandi per Industria 2015, infatti, progetti per 62 milioni di euro”.