• Articolo , 23 luglio 2010
  • Zephyr vola per 2 settimane senza carburante nè equipaggio

  • In grado di volare per 15 giorni incamerando energia solare Zephyr conquista i cieli dell’Arizona. Senza equipaggio a bordo, sarà presto parte dell’esercito come velivolo da ricognizione o piattaforma di comunicazione

(Rinnovabili..it) – Zephyr, il velivolo telecomandato britannico UAV (unmanned aerial vehicle) prodotto dalla Qinetiq si è conquistato il primo posto nella storia dell’aviazione mondiale come _primo aereo perpetuo_ ad energia solare.
Il primato lo ha ottenuto per aver volato senza sosta per due settimane, ha volato 14 giorni e 14 notti sopra una zona militare nei cieli dell’Arizona senza bisogno di fermarsi per l’approvvigionamento di carburante “Siamo lieti delle prestazioni raggiunte” ha detto il manager del progetto Jon Saltmarsh “E’ l’epilogo di numerosi anni di sforzi da parte di un team di scienziati ed esperti”.
Decollato lo scorso 9 luglio a 60mila piedi Zephyr ha incamerato nelle celle di silicio amorfo grandi quantità di radiazioni solari che hanno ricaricato le batterie a litio-zolfo e permesso alle eliche di girare. Di notte le batterie sono bastate a soddisfare le esigenze di volo lasciando a disposizione ulteriore energia stoccata.
Con una apertura alare di 22,5 metri il velivolo ha passato la fase sperimentale e può essere messo al servizio dell’esercito come aereo spia da ricognizione, velivolo per la consegna di aiuti umanitari e piattaforma di comunicazione.