• Articolo , 1 dicembre 2010
  • Zero Energy Space, il tour indiano dell’edilizia verde

  • Nata dall’idea di un architetto austriaco l’eco-casa che si carica con il sole mostra, nelle maggiori città indiane, che si può vivere in una casa confortevole e sana consumando il 60% di energia in meno rispetto la norma

(Rinnovabili.it) – Tripli vetri, moduli fotovoltaici, pavimentazione in bambù, vernici riflettenti, condizionatori ad evaporazione, isolamento naturale, materiali edilizi riciclati e sistemi di risparmio idrico. E’ lunga la lista delle credenziali verdi dello “Zero Energy Space”:http://www.inspiredgreen.in/, l’eco-edificio che, dopo il suo debutto all’Indian Green Building Congress 2010, sta girando l’India del Sud per una vasta campagna di sensibilizzazione. Il progetto infatti toccherà città come Mumbai e Nuova Delhi e altri centri importanti per mettere in mostra un prototipo perfettamente funzionante di abitazione off-grid e sostenibile.
L’obiettivo è ambizioso: arrivare entro la fine di quest’anno a 250.000 cittadini indiani e mostrare quali pratiche sostenibili possono essere normalmente integrate in ogni edifico. Da 5 anni a questa parte nel paese asiatico l’attenzione del comparto edile ai principi della bioedilizia sta registrando una crescita importante e già oltre 100 immobili sono stati certificati con il sistema LEED Rating India. Ma per la nazione che conta oltre un miliardo di persone il dato sembra una goccia nell’oceano.
Zero Energy Space nasce per questo, per aumentare la consapevolezza dei progettisti educando al tempo stesso la popolazione. Il concept è stato sviluppato da una giovane donna austriaca, Isabelle H. Dhruv Futnani, che in cinque mesi ha selezionato e raccolto quelle che a suo giudizio rappresentano le più avanzate tecnologie attualmente disponibili. Il risultato? 360 mq in grado di consumare solo il 40% dell’energia necessaria ad un’abitazione di simile metratura, completamente alimentata da energia solare e capace di risparmiare il 40% della risorsa idrica.