• Articolo , 4 maggio 2011
  • Zero flaring: commessa di Eni ad Abb per impianti in Congo

  • Eni Congo SA conferma al gruppo elvetico–svedese un ordine da 151 milioni di dollari per ridurre le emissioni di CO2 e produrre energia locale in modo più efficiente

(Rinnovabili.it) – E’ stata confermata proprio oggi l’assegnazione di una commessa del valore di _151 milioni di dollari_ ad *ABB* (azienda elvetico – svedese specializzata in tecnologie per l’energia e l’automazione) che prevede la progettazione, fornitura, costruzione e avviamento di una stazione di compressione e di un impianto di trattamento del gas naturale situato nelle vicinanze del campo onshore di M’Boundi (Congo).

Il progetto, che entro due anni potrà rifornire di gas le due centrali elettriche limitrofe di Djeno (nella Repubblica di Brazzaville), è stato interamente finanziato – secondo la nota ufficiale di ABB – da *ENI Congo SA*, (filiale del gruppo societario ENI) con lo scopo di adempiere agli obiettivi del programma _zero flaring_ – avviato dall’azienda energetica proprio per ridurre le emissioni prodotte dalla combustione degli idrocarburi in eccesso e produrre energia locale in modo più efficiente.
In particolare il programma prevede che il gas naturale prodotto dai giacimenti petroliferi durante il processo di trattamento degli idrocarburi, invece di essere normalmente bruciato possa essere utilizzato per aumentare la produzione di energia elettrica o re-iniettato nel giacimento.

Abb, che già nel 2008 si era aggiudicata il contratto per la realizzazione della centrale elettrica da 310 megawatt a Djeno e avviata a pieno regime nel 2010, ha rinsaldato nuovamente la sua esperienza nel campo _zero flaring_, secondo quanto affermato anche dallo stesso Giuseppe Di Marco, responsabile locale della divisione ABB Process Automation in Italia: – “Siamo particolarmente soddisfatti di questo ordine che riconferma la fiducia di un cliente primario come ENI nei nostri confronti. Si tratta inoltre di un nuovo successo del Centro di Eccellenza EPC italiano”
“Questo contratto – ha aggiunto Veli-Matti Reinikkala, responsabile della divisione ABB Process Automation – sottolinea la capacità di ABB di gestire tutti gli aspetti di progetti complessi nel settore oil and gas. Il nostro impegno ad aiutare i nostri clienti a raggiungere i loro obiettivi di sostenibilità e produttività e la lunga collaborazione con il cliente, hanno contribuito a farci vincere questo importante ordine”.