• Articolo , 16 novembre 2009
  • Zuccoli: Edison trasformazioni in vista

  • “Edison è una delle poste patrimoniali che più ci turba e ci disturba perché dal punto di vista economico non ci dà nulla e questa visione è condivisa anche dai soci francesi”. Questa considerazione espressa da Giuliano Zuccoli, presidente del consiglio di gestione di A2A, nonché presidente di Edison stessa, riassume un po’ la posizione […]

“Edison è una delle poste patrimoniali che più ci turba e ci disturba perché dal punto di vista economico non ci dà nulla e questa visione è condivisa anche dai soci francesi”. Questa considerazione espressa da Giuliano Zuccoli, presidente del consiglio di gestione di A2A, nonché presidente di Edison stessa, riassume un po’ la posizione dei suoi soci italiani A2A, Enia, Sel e Dolomiti Energia e quella del socio francese EdF. C’è una sorta di contenzioso sul futuro della società su cui però non sarà possibile alcuna decisione prima di Natale perché in EdF il nuovo presidente, Henri Proglio, si è appena insediato.
“Edison è una delle poste patrimoniali che più ci turba e ci disturba – perché dal punto di vista economico non ci dà nulla e questa visione è condivisa anche dai soci francesi – Zuccoli ha poi aggiunto – Su questa società stiamo facendo un ragionamento di tipo industriale e questo vuol dire che ci sono le premesse che si possano mettere le mani su Edison per trasformarla in un episodio di eccellenza. Abbiamo molte idee, ma non posso dirle. Mi sembra improbabile, visto il cambiamento al vertice di Edf, che imsieme a Babbo Natale troveremo una soluzione”.