• Articolo trento, 19 giugno 2017
    • Trentino: al via gli incentivi per la mobilità elettrica

    • Adottato il Piano Provinciale per la mobilità elettrica con incentivi e contributi. Nel 2025 previsti 2500 punti di ricarica per le auto elettriche sul territorio

    mobilità elettrica

     

    (Rinnovabili.it) – Il Trentino mantiene le promesse fatte sull’e-mobility. La Giunta ha approvato, in via preliminare, il Piano Provinciale per la mobilità elettrica (PPME), ricco pacchetto di misure stilate per ridurre inquinanti ed emissioni  legati al settore dei trasporti. “Il Piano – spiega l’assessore alle infrastrutture e all’ambiente Mauro Gilmozzi – si muove, lungo un orizzonte temporale di 10 anni, nella direzione di un Trentino Zero Emission”. I primi passi concreti in questo senso la Provincia li aveva già compiuti con una serie di iniziative intraprese negli anni passati, come l’accordo firmato con il consorzio dei Comuni trentini dedicato alla conversione elettrica dei trasporti e alla rete di ricarica dei veicoli su aree pubbliche.

     

    Il nuovo PPME rilancia con uno sguardo al futuro a medio termine, mettendo in campo anche incentivi e contributi. Tra le priorità del piano, lo sviluppo della rete infrastrutturale di ricarica su tutto il territorio “favorendo la facilità di accesso con sistemi di pagamento aperti e garantendo uniformità nella distribuzione su tutto il bacino provinciale”. Il numero di colonnine di ricarica dovrebbe passare dalle attuali 65 a quasi 400 per a fine del 2018 puntando a 2.500 unità per il 2025. Il piano prevede anche l’implementazione e potenziamento delle stazioni di bike sharing elettrico del numero delle cosiddette “wallbox”, ovvero ricariche elettriche domestiche, che avranno un costo dell’energia agevolato.

     

    >>Leggi anche: Trasporti e mobilità sostenibile: cosa prevede la nuova SEN 2030<<

     

    Sono previsti inoltre  contributi pubblici per l’acquisto di veicoli elettrici, ai quali si ipotizza l’aggiunta di un ulteriore incentivo da configurarsi come sconto da parte dei concessionari coi quali la Provincia si è proposta di stipulare a breve delle convenzioni, che porteranno ad un incremento dagli attuali 1000 veicoli elettrici immatricolati in Trentino a fine 2016 a oltre 11 mila: uno ogni 45 abitanti. Esenzione dal pagamento della tassa proprietà per cinque anni e poi riduzione del 75% per i successivi. Altri incentivi economici, che portano a poco meno di 21 milioni di euro l’ammontare complessivo delle risorse pubbliche che si andranno ad investire, riguardano l’acquisto delle bici e scooter elettrici.

    Tutte le News | Trentino
    trasporti a idrogeno altoatesini19 maggio 2017

    Alto Adige: in 3 anni i trasporti a idrogeno hanno percorso 1mln di km

    Tra le prime regioni in Europa a impegnarsi nei veicoli con celle a combustibile. E per il futuro, la provincia di Bolzano rilancia

    vega12 maggio 2017

    VeGa, il cyber-veicolo “made in Italy”

    Connessa, geo-localizzata e cyber sicura: così sarà VeGa, l’auto intelligente parte del nuovo progetto italiano di mobilità sostenibile

    biometano dalla raccolta dell'umido09 maggio 2017

    In Trentino la raccolta dell’umido alimenterà gli autobus a biometano

    I rifiuti organici in Trentino Alto Adige chiudono il cerchio: grazie a BioEnergia Trentino il biogas ottenuto dall’umido sarà purificato e inserito nella rete di trasporto del metano

    Trento, nuovo bando per riqualificazione energetica edifici18 aprile 2017

    Trento, nuovo bando per la riqualificazione energetica degli edifici

    La Provincia assume a proprio carico gli oneri degli interessi derivanti dall’anticipazione delle detrazioni d’imposta

    Materiali edili riciclati: Bolzano da 18 anni in prima linea12 aprile 2017

    Materiali edili riciclati: Bolzano da 18 anni in prima linea

    La giunta provinciale aggiorna su qualità e utilizzo di materiali edili riciclati. Definito uno standard qualitativo uniforme

    Bolzano: compensazioni a Comuni per concessioni di medie centrali idro28 febbraio 2017

    Bolzano: compensazioni a Comuni per concessioni di medie centrali idro

    La giunta provinciale presenta le linee guida che garantiscono ai Comuni fondi di compensazione ambientale nei casi di impianti idroelettrici con una potenza nominale media annua fra 220 kW e 3000 kW

    Bolzano: nuove direttive per gli impianti termici14 febbraio 2017

    Bolzano: nuove direttive per gli impianti termici

    La Giunta della provincia di Bolzano ha aggiornato il regolamento su installazione e conduzione di impianti termici