• Articolo , 24 settembre 2012
  • Approvato progetto del comune di Perugia “life – MuSAE”

  • Selezionato dalla commissione europea su oltre 1.000 progetti presentati dai 27 stati membri. Prevista l’attivazione di uno sportello informativo “energy one-stop desk”

E’stato approvato, dalla Commissione Europea “MuSAE – Municipalities Subsidiarity for Actions on Energy”, il progetto presentato dal Comune di Perugia, soggetto capofila, in partenariato con Regione Umbria, Università degli Studi di Perugia (CIRIAF) e i Comuni di Lisciano Niccone, Marsciano e Umbertide. Il progetto fa parte di 202 elaborati selezionati dalla Commissione Europea per il cofinanziamento, su oltre 1.000 presentati nel 2011 dai 27 Stati membri dell’Unione Europea, nell’ambito delle tre componenti del Programma LIFE + (Natura e biodiversità; Politica e Governance ambientale; Informazione e comunicazione) L’investimento complessivo è di € 919.266, con cofinanziamento del Programma europeo LIFE+ per € 368.967. L’elaborato permetterà ai Comuni partners, che rappresentano realtà locali di piccole dimensioni che si trovano ad affrontare maggiori ostacoli e criticità nell’attuazione delle necessarie integrazioni tra gli strumenti di governo del territorio e le politiche energetiche, di avere a disposizione un importante strumento per la conoscenza del proprio territorio e per l’individuazione dei possibili interventi finalizzati a migliorare efficienza e risparmio energetico e promuovere l’utilizzo di fonti rinnovabili, quali la ristrutturazione energetica degli edifici, l’installazione di impianti per le energie rinnovabili, la riduzione dei consumi nel settore dei trasporti, ecc.. E’ prevista tra l’altro l’attivazione di uno sportello informativo “Energy one-stop desk”, finalizzato a sensibilizzare i cittadini e le imprese locali sulla necessità di contribuire allo sviluppo di un sistema energetico sostenibile. Il Progetto permetterà la creazione di una “rete” di relazioni continuative tra le Pubbliche amministrazioni coinvolte, che costituirà un’importante opportunità di confronto per migliorare le “performance energetiche” su tutto il territorio interessato dalle azioni progettuali. Esso muove dalle esperienze maturate dal Comune di Perugia in campo energetico e prevede la diffusione di strumenti e metodologie definiti nel Piano Energetico Ambientale Comunale di Perugia tra i Comuni aderenti al partenariato, individuando un quadro d’intervento di possibili azioni da sviluppare con riferimento alla specificità dei rispettivi territori. MuSAE parte dal presupposto – come sottolinea l’assessore Lorena Pesaresi (Politiche Ambientali ed Energetiche) – che “il risparmio energetico e l’incremento dell’utilizzo delle fonti energetiche rinnovabili costituiscano elementi determinanti per il raggiungimento degli obiettivi fissati dalla strategia “Europa 2020” e dalla consapevolezza che gli Enti locali sono chiamati a svolgere un ruolo decisivo per il raggiungimento degli impegni assunti dall’Unione europea, al fine di promuovere un nuovo modello di sviluppo sostenibile”. Per l’assessore Giuseppe Lomurno (Sviluppo economico e Turismo) – “sono molteplici le opportunità che si aprono con l’applicazione delle nuove tecnologie, soprattutto sul fronte delle energie rinnovabili. Un’occasione in più per rispondere all’attuale crisi economica e rilanciare settori strategici della nostra economia locale”.