• Articolo Roma, 23 aprile 2013
  • Mediterraneo: efficienza energetica in edilizia? Ci pensa MARIE

  • Il progetto, che vede coinvolti 23 partner tra cui la Regione Umbria, mira a dar vita ad una Strategia di miglioramento dell’efficienza energetica negli edifici dell’area mediterranea

Mediterraneo: efficienza energetica in edilizia? Ci pensa MARIE

Il consumo di energia negli edifici dell’area del mediterraneo non risulta in linea con i livelli di efficienza dei Paesi nord-occidentali dell’UE, mostrando quindi una tendenza opposta agli obiettivi di efficienza energetica fissati dall’Unione Europea per il 2020. Il raggiungimento di tali obiettivi negli Stati membri del Mediterraneo rappresenta pertanto una sfida notevole, che richiede un’azione istituzionale coordinata e strategica. In tale contesto è nato il progetto MARIE – Mediterranean Building Rethinking for Energy Efficiency Improvement che vede coinvolti 23 partner appartenenti a 9 Stati tra cui la Regione Umbria.

Scopo del progetto è dar vita ad una Strategia (MEDBEES) di miglioramento dell’efficienza energetica negli edifici dell’area mediterranea al fine di intensificare, stimolare e facilitare, sia nel settore pubblico che privato, il raggiungimento degli obiettivi di riduzione dei consumi energetici.

 

Il processo di sviluppo di tale strategia è iniziato con uno studio che ha permesso di determinare i principali ostacoli e di delineare un primo pacchetto di misure e linee d’intervento mirate. Le attività pilota del progetto MARIE permetteranno di verificare la validità del pacchetto, esaminando ed affinando la definizione degli ostacoli e delle misure e precisando i programmi d’intervento della strategia MEDBEES dal punto di vista ambientale, sociale ed economico. Tali programmi dovranno riguardare:

• criteri normativi

• meccanismi finanziari di sostegno alla riqualificazione energetica

• innovazione nelle piccole e medie imprese

• comunicazione e formazione

 

Il consenso, l’impegno e il coordinamento sono tre aspetti fondamentali del processo di sviluppo della strategia MEDBEES che deve coinvolgere, in un processo dialettico, gran parte dei soggetti pubblici e privati attivi nella filiera energetica.

Le attività del progetto MARIE si concluderanno nel dicembre 2014 dopodiché si passerà, nel periodo 2014-2020, all’implementazione della Strategia ed alla misurazione e valutazione dei risultati.

La Regione Umbria, responsabile della realizzazione di una strategia di comunicazione e di un programma di formazione, ha già iniziato un rapporto di dialogo con il mondo delle imprese e delle associazioni presenti nel territorio regionale attraverso l’invio di un questionario finalizzato a raccogliere informazioni ed indicazioni. Nei prossimi mesi verrà pubblicato, inoltre, un bando per la raccolta di interventi rappresentativi di buone pratiche di efficientamento energetico degli edifici. Una selezione delle proposte pervenute confluirà in un Catalogo di buone pratiche e le migliori verranno successivamente premiate nell’ambito di un evento pubblico sia regionale che internazionale.

Il progetto MARIE prende parte anche alla fiera “EOS Exposition of Sustainability” che si terrà ad Udine Fiere il 17-18-19 maggio 2013.

Il partner AREA Science Park organizza, infatti, in collaborazione con il progetto MARIE, un Technology Dating teso a promuovere l’innovazione tecnologica in relazione all’efficienza energetica negli edifici.