• Articolo Perugia, 23 ottobre 2018
    • Umbria, edifici pubblici: oltre 6mln per eliminare gli sprechi energetici

    • La Giunta regionale approva un nuovo stanziamento per promuovere gli interventi di efficientamento energetico e gli edifici “a zero energia”

    Umbria, edifici pubblici

     

    Obiettivo “zero energia” per l’edilizia pubblica dell’Umbria

    (Rinnovabili.it) – Sei milioni e duecentomila euro. Questo quanto stanziato dall’Umbria, attraverso i fondi POR FESR 2014-2020, per rinnovare i suoi sforzi sul fronte del risparmio energetico. Su proposta dell’assessore all’ambiente Fernanda Cecchini, la Giunta regionale ha approvato stamane un incremento del budget dedicato al bando per l‘efficientamento energetico dell’edilizia pubblica, strumento finanziario riservato ad amministrazioni locali, Ater e aziende ospedaliere.  Il concorso, attivato nel 2017, supportava piccoli e grandi interventi di retrofit energetico e di trasformazione in edifici ad energia quasi zero (Nearly Zero Energy Buildings – nZEB), prevedendo l’accesso ai finanziamenti sulla base di graduatorie di merito. Una misura che si è rivelata in pochissimo tempo un successo.

    Al bando – spiega la Regione in una nota stampa – hanno presentato istanza di partecipazione 64 Enti pubblici, per 115 interventi il cui costo complessivo ammonta ad oltre 41 milioni di euro. A fronte della dotazione finanziaria disponibile  ad oggi risultano finanziati trentuno interventi di cui ventidue di piccole dimensioni, sei di medio – grandi dimensioni e tre per edifici ad energia quasi zero. Il tutto per un importo complessivamente concesso di circa 10,2 milioni di euro.

     

    >>Leggi anche Questa tecnologia trasforma tutte le case in edifici NZEB<<

     

    La presentazione delle domande si è chiusa ovviamente nel 2017, ma dal momento che gli interventi sono approvati tramite scorrimento della graduatoria, la Giunta ha deciso di rimpolpare il budget per incrementarne il numero. “Nell’ottica di ottimizzare l’impiego delle risorse comunitarie, – ha sottolineato Cecchini – agevolando l’orientamento ai risultati e favorendo l’attivazione di interventi di immediata cantierabilità in grado di produrre spesa rendicontabile in tempi rapidi ora abbiamo riscontrato la disponibilità di risorse pari 6.277.548,44 euro che abbiamo ritenuto necessario utilizzare per consentire l’ulteriore scorrimento delle graduatorie del Bando e del primo stralcio del Programma di interesse regionale per l’efficientamento energetico dell’edilizia residenziale pubblica”.

     

    >>Leggi anche Legge di bilancio 2019: un altro anno di vita all’ecobonus<<

    Tutte le News | Umbria
    risparmio energetico24 luglio 2017

    Dall’Umbria 3,7mln per il risparmio energetico degli edifici pubblici

    Quindici immobili si sono aggiudicati il finanziamento. Cecchini: “è l’occasione per realizzare edifici esemplari, in grado di produrre l’energia necessaria a coprire i consumi”

    C09 maggio 2017

    Umbria: l’ecotassa sui rifiuti finanzia i centri di riuso

    Checchini: “Vi si potranno conferire mobili, elettrodomestici ed altri beni che possono essere riutilizzati prima di entrare nel circuito della gestione dei rifiuti”

    CED2717 marzo 2016

    Umbria: pronto bando per cofinanziare incentivi in Conto Termico

    La Regione stanzia 2,5 milioni di euro per le amministrazioni locali impegnate a migliorare l’efficienza energetica

    risparmio energetico26 novembre 2015

    Dall’Umbria nuove risorse per l’efficienza negli edifici pubblici

    I finanziamenti saranno attivati dopo l’approvazione delle necessarie modifiche al Programma parallelo da parte dell’Agenzia per la coesione territoriale

    Efficientamento-edifici-industriali10 luglio 2015

    Rinnovabili nelle imprese: dall’Umbria bando da 2mln di euro

    Paparelli: Il Bando Energia 2015 caratterizza l’avvio della fase operativa della programmazione comunitaria 2014/2020”

    Con l’efficienza energetica bollette più basse del 3022 giugno 2015

    L’Umbria e la corsa alla white economy

    Umbria, Trentino Alto Adige, Abruzzo, Lombardia e Sardegna sono nella top 5 della propensione all’efficientamento energetico

    Umbria09 febbraio 2015

    Umbria: adeguamento piano gestione rifiuti

    Rometti: ”possibile superare la termovalorizzazione grazie a ottimi risultati raggiunti”

    123