Con LIFE3H, Abruzzo capofila di un progetto sull’idrogeno che anticipa il futuro

Sorgeranno nell’area montana dell’Altopiano delle Rocche in Abruzzo; nella città di Terni, centro urbano caratterizzato dalla presenza delle acciaierie, e nell’area portuale di Civitavecchia

Valli dell'idrogeno
via depositphotos.com

Presentata l’iniziativa per lo sviluppo di 3 Hydrogen Valley

Pescara, 3 set. Il progetto LIFE3H, Co-finanziato dal Programma LIFE della Unione Europea, è il primo del Centro Italia per la mobilità a idrogeno e la Regione Abruzzo ne è capofila. Questa mattina, a Pescara, nella sede della Regione, c’è stata la presentazione alla stampa dell’iniziativa che intende porre le basi per lo sviluppo di tre Hydrogen Valley (siti di produzione, stoccaggio e utilizzo di idrogeno integrato), attraverso il trasporto pubblico ad idrogeno e le relative stazioni di rifornimento nell’area montana dell’Altopiano delle Rocche in Abruzzo; nella città di Terni, centro urbano caratterizzato dalla presenza delle acciaierie, e nell’area portuale di Civitavecchia.

Una Hydrogen Valley è un “ecosistema” che include sia la produzione che il consumo di idrogeno e che attua la strategia europea del green deal come percorso privilegiato volto a raggiungere la neutralità climatica in Europa entro il 2050. Il progetto prevede un investimento di 6.339.215 euro, risorse provenienti in parte dall’Unione europea ed in parte dagli 11 partner dell’iniziativa: TUA spa, Comune di Terni, Port Mobility spa, Adsp del Mar Tirreno Centro Settentrionale, Snam, Rampini spa, Uneed.it, Chimica Bussi, Citrams, Università di Perugia, Università Marconi.

LIFE3H impiegherà l’idrogeno messo a disposizione da Chimica Bussi che lo ricaverà tramite elettrolisi. Il carburante verrà destinato ad autobus dedicati, grazie a una fornitura di circa 90 kg di idrogeno a settimana.

Il progetto, nel complesso, prevede la messa su strada di 6 autobus, di cui 2 in Abruzzo per la tratta Avezzano- Ovindoli, tre stazioni di rifornimento, di cui una in Abruzzo presso l’Interporto di Avezzano. Il progetto vede attivi 11 partner e oltre 30 stakeholders che sostengono l’iniziativa.

E’ stato anche ricordato come uno dei partner, la società TUA, al di là della partecipazione a LIFE3H, ambisca a lanciare pullman alimentati ad idrogeno lungo la tratta Pescara-Pescara puntando a diventare la prima società di trasporto pubblico a percorrere le strade di una capitale europea con mezzi ad idrogeno. (REGFLASH) DURA210903

Articolo precedenteInaugurata la #GreenWeek alla Mostra del Cinema di Venezia 2021
Articolo successivoVolkswagen ID.Buzz AD, il nuovo furgone elettrico dotato di guida autonoma

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui