Alluvioni: l’Ue stanzia 65 mln per Serbia e Bosnia-Erzegovina

Per sostenere la Serbia e la Bosnia-Erzegovina dopo le alluvioni l’Ue ha stanziato un fondo di sostegno del valore di 65 mln di euro

alluvioni(Rinnovabili.it) – Più volte è stato affrontato il costo del cambiamento climatico ovvero il calcolo che permette di quantificare quanto questo incide sulle economie delle nazioni che si trovano a dover affrontare le pesanti conseguenze portate dall’innalzamento della temperatura. Nel caso specifico della Serbia e della Bosnia-Erzegovina colpita di recente da inondazioni e alluvioni che ne hanno danneggiato l’intero territorio, l’Europa si è impegnata a sostenere il ripristino delle condizioni di normalità stanziando un fondo da 65 milioni di euro che vanno ad aggiungersi agli aiuti umanitari già forniti.

Insieme a cibo, medicinali e assistenza di primo soccorso la Commissione Europea si stanno impegnando 3 milioni di euro per garantire la fornitura di acqua potabile e beni di prima necessità mentre i restanti 62 mln serviranno per la ricostruzione degli stabili danneggiati concentrando gli interventi a favore delle infrastrutture pubbliche danneggiate quali scuole e servizi di assistenza sociale.

Per affrontare al meglio le alluvioni e ridurre i danni del cambiamento climatico la Commissione Ue sta lavorando d’accordo  con i paesi interessati e con le Istituzioni finanziarie internazionali per individuare le singole esigenze e selezionare gli interventi in base alle priorità allo scopo di migliorare i meccanismi di protezione civile in caso di nuova calamità naturale.