Ambiente: accordo tra Regione ed Università di Trieste

Le parti si impegnano all’attivazione di sinergie mirate ad attività di ricerca di comune interesse ed allo sviluppo di iniziative connesse a tali attività

FriuliLa Regione e l’Università di Trieste collaboreranno al fine di promuovere, sviluppare e consolidare opportunità e iniziative che riguardano i temi dell’ambiente e dell’energia. Lo annuncia l’assessore regionale all’Ambente ed Energia, Sara Vito, dopo l’approvazione oggi, da parte dell’esecutivo, della Convenzione quadro che sarà sottoscritta nei prossimi giorni. “Ambiente ed energia sono materie complesse ed articolate, caratterizzate da scenari e situazioni in rapida evoluzione”, osserva l’assessore Vito.

“Si tratta di una realtà affascinante – continua – che richiede di essere affrontata con competenza e precise conoscenze scientifiche e tecniche, un bagaglio culturale e di professionalità a cui attingere che è ben presente sul territorio ed in particolare nei nostri atenei”.

“Coerentemente con la strategia Europa 2020 la Regione intende infatti perseguire una crescita intelligente, sostenibile ed inclusiva – continua l’assessore – per cui riteniamo indispensabile l’avvio di una strategia che sia capace di valorizzare posizione geografica, patrimoni ed eccellenze, selezionando le proposte da cui trarre il massimo beneficio nell’ambito dello sviluppo sostenibile e dell’economia verde”. L’accordo di cooperazione tra l’ateneo giuliano e l’amministrazione regionale è il primo di altri che troveranno attuazione con le medesime finalità, in modo da attivare una rete virtuosa di rapporti e programmi.

Nel caso specifico, le parti si impegnano intanto, reciprocamente e per quanto di competenza, alla messa a disposizione di attrezzature e servizi tecnici, all’attivazione di sinergie mirate ad attività di ricerca di comune interesse ed allo sviluppo di iniziative connesse a tali attività ed all’eventuale organizzazione di percorsi di formazione.