Aviazione: l’Europa invita Obama a ridurne l’impatto ambientale

Per ridurre l’impatto dell’aviazione un parlamentare europeo, il democratico tedesco Peter Liese, ha esortato Obama a concretizzare quanto promesso in campagna elettorale

Pieter Liese ha esortato Obama affinchè riduca le emissioni inquinanti dell'aviazione(Rinnovabili.it) – Modificare la normativa che regolamenta l’aviazione per ridurre l’inquinamento globale. Questo il succo del discorso tenuto dal democratico tedesco Peter Liese, membro del Parlamento europeo, deciso ad esortare il Presidente Usa affinché si concretizzino i discorsi fatti in campagna elettorale circa le modifiche necessarie da apportare al comparto per il bene dell’ambiente, rispettando così le promesse contenute nel discorso elettorale e nei piani climatici.

 

Le decisioni dovranno essere prese in fretta, hanno commentato dal Parlamento, prima che in Europa scoppi una vera e propria guerra tra le compagnie aeree  locali e quelle estere, costrette a ridurre il proprio impatto e a pagare la tassa prevista dall’ETS dedicato all’aviazione.

A tal proposito Peter Liese, che ha guidato gli sforzi europei per ridurre le emissioni di carbonio delle compagnie aeree, ha parlato apertamente al Presidente statunitense convinto che sia giunto il momento di far fede alle promesse fatte e aiutare i negoziati internazionali e il processo decisionale per finalizzare l’accordo aereo globale dell’ICAO, ancora in stallo.

“Per me e credo anche per il Parlamento europeo questo momento è un banco di prova: quanto è serio Obama quando parla di cambiamento climatico? Si tratta solo di discorsi o è deciso veramente a fare qualcosa?” ha commentato Liese affermando l’opinione personale secondo cui entro settembre non verrà raggiunto alcun accordo ICAO, con la conseguente probabile crisi del Parlamento europeo e dell’inasprimento delle controversie con l’America.