Basal mette al riparo dal climate change l’agricoltura cubana

Grazie all’aiuto Ue, Cuba nel 2013 ha avviato il programma Basal, di sostegno nella lotta al cambiamento climatico per il bene dell’agricoltura

Programma Basal(Rinnovabili.it) – Grazie ad un sostegno economico di ben 13 mln di dollari anche Cuba, attraverso il programma quinquennale Basal (Bases Ambientales para la Sostenibilidad Alimentaria Local) lanciato nel 2013 potrà risollevare le sorti dell’agricoltura locale garantendo sostenibilità ambientale e posti di lavoro.

Sostenuto dall’Unione Europea e dall’Agenzia Svizzera per lo sviluppo e la Cooperazione il progetto offre strategie sostenibili di coltivazione e adattamento al cambiamento climatico tra cui anche la produzione domestica di concimi organici.

 

Tra le priorità dell’iniziativa, l’applicazione di tecniche green per la stimolazione della crescita delle coltivazioni e l’allontanamento dei parassiti e delle malattie delle piante senza l’impiego di sostanze chimiche, come ha spiegato uno dei coordinatori dell’iniziativa, Sandra Diaz. Insieme a queste tecniche dopo il monitoraggio dello stato di salute delle diverse aree si sta procedendo all’adeguamento dei canali e dei sistemi di irrigazione in modo da contrastare alcuni degli effetti del cambiamento climatico per poi passare alla corretta lavorazione della terra, alla semina, alla concimazione fino ad arrivare alla raccolta e al trattamento del raccolto per la conservazione.

Attuato dal Programma delle Nazioni Unite per lo Sviluppo, Basal sarà presto in grado di diffondere le esperienze di successo riscontrate nel settore agricolo nei Caraibi e nell’Unione europea, ha detto in modo da dare vita ad uno scambio di informazioni utili per il miglioramento della gestione del territorio in vista dell’innalzamento della temperatura globale.