Botti in concime per un cocktail green

Trasformare le botti in concime dà la possibilità alla Bacardi di ridurre il volume dei rifiuti da conferire in discarica

Botti Bacardi (Rinnovabili.it) – Trasformare le botti in concime per rendere la produzione del rum più green. Questa la strategia di una nota marca di bevande alcoliche che ha deciso di “nutrire” i giardini della sede di Puerto Rico con il concime ottenuto dalla decomposizione delle botti di rovere bianco utilizzate per 20 anni per la fermentazione del rum per dare inizio ad una serie di iniziative racchiuse nel pacchetto verde proposto dalla Bacardi.

Ridotte in trucioli le botti vengono utilizzate per la concimazione e l’arricchimento dei giardini della sede della Corporation a Puerto Rico consegnando ai dipendenti sacchi di trucioli da utilizzare anche nei giardini di casa.

“Se noi non le riciclassimo, le nostri botti andrebbero a finire in discarica, che non è la migliore opzione per una piccola isola come Puerto Rico”, ha detto Lissette Sepulveda, coordinatore della salute e della sicurezza ambientale per Bacardi Corp.

“Convertire le vecchie botti di rum in pacciame ci aiuterà a raggiungere il nostro obiettivo di sostenibilità globale per tornare all’ambiente”.

 

L’iniziativa fa parte del programma di sostenibilità della società, che impegna a rispettare una serie di obiettivi ambientali da assolvere tra il 2017 e il 2022. Entro il 2017, l’azienda mira a dimezzare le emissioni, ridurre il consumo di acqua del 55 per cento, tagliare il peso delle confezioni del 10 per cento e ottenere il 40 per cento dei prodotti derivati ​​da canna da zucchero usato per fare Bacardi rum da fonti sostenibili certificate.

Ulteriore obiettivo a cinque anni consisterà nell’eliminare i rifiuti in discarica da tutti i suoi 27 siti di produzione, ridurre il peso di imballaggio del 15 per cento e, in un pegno di primo settore, utilizzare il 100 per cento canna da zucchero sostenibile certificata.