Cambiamento climatico: CIRCLE-2 studia l’adattamento delle nazioni

Nasce con lo scopo di rafforzare la collaborazione tra le nazioni in tema di adattamento al cambiamento climatico il progetto Ue CIRCLE-2

Cambiamento Climatico: progetto europeo CIRCLE-2(Rinnovabili.it) – L’adattamento delle popolazioni e delle nazioni al cambiamento climatico è uno dei nodi fondamentali del secolo. Di conseguenza la valutazione dei danni causati dell’innalzamento della temperatura appare una delle questioni cardine per la politica e la ricerca scientifica internazionale.

Complice la tecnologia i ricercatori e gli scienziati sono sempre in contatto e possono scambiarsi know-how riuscendo a rendere sempre più completa la definizione di nuove strategie e nuove attività anche se collegare la scienza alla politica non è sempre un affare semplice.

 

Per dare maggiore supporto all’agenda di ricerca europea e permettere la massima divulgazione dei risultati raggiunti è nato il progetto CIRCLE-2 (‘Climate impact research and response coordination for a larger Europe – 2nd generation ERA-NET – Science meets policy’).

L’iniziativa nasce quindi con l’intento di fare in modo che la ricerca in tema di cambiamento climatico venga filtrata dalla rete politica e decisionale del continente per finanziare nuove idee e la condivisione di strategie di adattamento climatico di successo. Il progetto promuove anche la cooperazione a lungo termine tra i fondi nazionali e regionali dedicati ai cambiamenti climatici e i programmi di ricerca.

Il progetto, condotto dalla Fondazione della Facoltà di Scienze dell’Università di Lisbona, ha iniziato analizzando le conoscenze disponibili relative alle conseguenze del cambiamento climatico, alla vulnerabilità e all’adattamento.

CIRCLE-2 ha anche esplorato le opportunità di cooperazione transnazionale di ricerca a lungo termine guardando alla possibilità di sviluppare un programma comune dell’UE incentrato sulla ricerca e sulla politica dell’adattamento climatico. Per dare maggiore vitalità alle iniziative il progetto ha dato vita ad una rete di 34 istituzioni di 23 paesi in cui le conoscenze sulle buone pratiche nella programmazione della ricerca e nella definizione dei finanziamenti possano essere liberamente condivise.

La rete fino ad oggi ha ricevuto dall’Europa finanziamenti per un valore di 2 milioni di euro con la prospettiva di concludere CIRCLE-2 entro aprile 2014.