Clima: Usa e Messico firmano per rafforzare l’intesa

Obama firma con il Messico per ampliare le intese in tema energetico e per la riduzione delle emissioni di anidride carbonica

Clima(Rinnovabili.it) – Obama si sta preparando ad annunciare una nuova ondata di politiche green. Dopo la pubblicazione del rapporto EPA avvenuta ieri i governi di Stati Uniti e Messico hanno firmato un nuovo importante   accordo di cooperazione con lo scopo di affrontare i cambiamenti climatici e di aprire la strada a nuovi accordi per l’espansione dei mercati dell’energia pulita e del prezzo del carbonio.

Il Memorandum of Understandig è stato firmato nel corso di un evento tenutosi a Città del Messico ospitato dallEnvironmental Defense Fund (EDF) e dal Ministero messicano dell’Ambiente e delle Risorse Naturali (SEMARNAT) alla partecipazione del Governatore della California Jerry Brown e del Sottosegretario del SEMARNAT alla Pianificazione e alla Politica Ambientale Rodolfo Lacy Tamayo.

“La stretta collaborazione tra il Messico e la California è esattamente il tipo di leadership di cui il mondo ha bisogno per contrastare il cambiamento climatico”, ha detto Nathaniel Keohane, vice presidente di EDF for International Climate, in una dichiarazione.  “La California e il Messico possono dare un impulso determinante al crescente slancio globale sulle politiche chiave come i prezzi del carbonio che possono far ottenere riduzioni ambiziose dell’inquinamento climatico, guidare pulito innovazione energetica, promuovere la prosperità e la vita a basse emissioni di carbonio.”

 

Significativamente, il memorandum d’intesa prende in una serie di impegni dettagliati, compresa la volontà di lavorare insieme sulle emissioni di gas a effetto serra e la segnalazione, promozione delle energie rinnovabili, lotta contro gli incendi, miglioramento della qualità dell’aria, e l’espansione del mercato dei veicoli puliti. Il documento conferma inoltre che, oltre alla condivisione delle buone prassi in politica verde i due governi potranno esplorare “l’allineamento dei programmi e strategie per ottenere benefici reciproci di riduzione dei gas a effetto serra”, tra cui “sviluppare e attuare sistemi di tariffazione per il carbonio e di altri strumenti di mercato, al fine di per affrontare il cambiamento climatico”.

Articolo precedenteRinnovo parco auto, Lupi: pensiamo a incentivi fiscali
Articolo successivoLegambiente invita il Governo ad approvare l’eolico offshore

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui