Climate change: la Corte Suprema Usa prende in esame 9 petizioni

Esaminate le petizioni presentate dai gruppi ambientalisti e industriali preoccupati sulla legalità della normativa climatica

La Corte Suprema Usa sul Climate change(Rinnovabili.it) – Le politiche climatiche di Obama sono realmente efficaci? Ma soprattutto, rispettano la legalità? Di questa e di altre tematiche fondamentali si sta per occupare la Corte Suprema statunitense nell’intervento programmato per venerdì prossimo, necessario per passare in esame l’ondata di normative della nuova amministrazione Usa relative al climate change. Inoltre pare che la Corte si occuperà delle nove petizioni presentate da gruppi ambientalisti e industriali che chiedono chiarezza sulle caratteristiche delle nuove norme.

 

La Corte ha già da tempo stabilito che il governo degli Stati Uniti è tenuto a regolamentare le emissioni di gas serra nell’ambito del Clean Air Act visto che i gas che trattengono il calore rappresentano una minaccia per la salute pubblica e anche per questo i gruppi industriali e le associazioni sono in agitazione.

Nonostante le sentenze abbiano più volte riconosciuto l’impegno dell’amministrazione Obama nel contrastare le emissioni attraverso l’approvazione di nuove normative che regolamentino gli inquinanti prodotti dai veicoli e dalle centrali elettriche consentendo al presidente di stabilire nuove norme senza l’approvazione del Congresso, che spesso ha osteggiato la legislazione sul cambiamento climatico.

Tuttavia, un certo numero di Stati e gruppi industriali hanno ripetutamente messo in dubbio la legittimità della normativa sulle emissioni proposta dall’amministrazione, lanciando una serie di petizioni che chiedono il taglio delle nuove regole.