CO2 RESA, un registro green per il settore vitivinicolo Ue

Nasce CO2 RESA, il primo registro Ue che elenca le aziende vitivinicole che vogliono trasformarsi in realtà green grazie all’efficienza energetica e a specifici piani di riduzione della CO2

CO2 RESA, il registro per le aziende vitivinicole(Rinnovabili.it) – Grazie a CSQA Certificazioni e a Valoritalia l’Europa può finalmente vantare il primo registro della CO2 in grado di contabilizzare le emissioni delle aziende vitivinicole. CO2 RESA – Registro Emissioni Settore Agroalimentare, è infatti dedicato alla valorizzazione di chi decide di acquistare crediti di carbonio e abbassare il proprio impatto inquinante. Al registro verranno iscritte tutte le aziende che nei due anni appena trascorsi hanno investito tempo e denaro nella riduzione della produzione di gas climalteranti.

Dopo aver calcolato le emissioni generate dalle aziende durante tutta la catena produttiva fino alla distribuzione le società dovranno procedere all’elaborazione di un piano di riduzione delle emissioni e le relative strategie di attuazione.

 

Per provvedere al raggiungimento degli obiettivi le diverse realtà potranno procedere seguendo tre tipologie di intervento che vanno dall’efficientamento energetico ai corridoi ecologici attraverso la la creazione e il miglioramento gestionale di siepi e boschetti sulle superfici agricole fino all’utilizzo del ‘Biochar’, carbone vegetale che assorbe CO2 ottenuto dalla combustione di biomassa di scarto in assenza di ossigeno e utilizzato come ammendante del suolo.

Ulteriori dettagli del progetto verranno forniti in occasione dell’incontro programmato per il 14 novembre durante il SIMEI, Salone internazionale dedicato alla tecnologia del settore vitivinicolo.

 

Con la creazione di CO2 RESA ha detto Pietro Bonato, Direttore Generale di CSQA Certificazionioffriamo una risposta concreta alle molte aziende agroalimentari, e in particolare vitivinicole, che si stanno impegnando sul tema della sostenibilità e necessitano di uno strumento in grado di misurare gli sforzi attuati e soprattutto di darne evidenza al mercato. CO2 RESA, infatti, è innanzitutto la garanzia di tracciabilità dei crediti registrati, che vengono identificati in modo univoco contrastando il rischio di conteggi plurimi e greenwashing. Ma il vero punto di forza, che si ricollega alla nostra mission, è garantire la possibilità di acquistare crediti generati da progetti di mitigazione 100% made in Italy, provenienti dal settore agroalimentare italiano. Un’ottima credenziale per chi acquista, specialmente per i compratori esteri. In questo senso, con CO2 RESA si guarda a un mercato potenziale di assoluto rilievo nello scenario internazionale”.