Difesa integrata per le colture, Veneto Agricoltura aderisce a GuardEn

Veneta Agricoltura aderisce al progetto Ue GuardEn e si impegna nella sostituzione dei prodotti chimici nella lotta integrata nelle coltivazioni

Difesa integrata(Rinnovabili.it) – Con l’obbligo di applicare sistemi di difesa integrata per tutte le colture le aziende agricole italiane stanno dandosi da fare alla ricerca di metodologie alternative ai prodotti chimici per favorire la realizzazione di coltivazioni sostenibili.

Per rispettare quanto richiesto la Conferenza Stato-Regioni ha varato un Piano di Azione Nazionale (PAN) che definisce quali strategie siano più adatte per il nostro paese affinchè si riesca a rispettare i dettami imposti dalla Commissione ottenendo così coltivazioni più sostenibili e benefici ambientali e per la salute della popolazione.

 

Ma la lotta integrata e la produzione sostenibile sono solo 2 dei tanti obiettivi seguiti dal progetto SEE GuardEn al quale ha preso parte in qualità di partner anche Veneto Agricoltura che punta alla prevenzione dell’inquinamento del suolo e al recupero dei territori danneggiati soprattutto nel Sud-Est europeo.

Alle aziende che dimostreranno interesse e impegno nell’adozione di pratiche di protezione ambientale evitando l’utilizzo di sostanze chimiche e preferendo metodi ecologici di coltivazione il progetto garantirà un aiuto sotto forma di copertura assicurativa. Un fondo mutualistico permette infatti alle aziende di contenere i costi per ettaro dell’impiego di prodotti per le coltivazioni coprendo l’eventuale mancato reddito in caso la produzione venisse danneggiata da eventi meteo o da parassiti. Oltre a garantire raccolti migliori la lotta alla sostanze chimiche è una garanzia per la salute dei lavoratori che nelle coltivazioni si trovano quotidianamente e per chi i prodotti li acquista oltre che per la microfauna.