Ecolamp: in 6 mesi raccolte 1000 ton di lampade a basso consumo esauste

In soli 6 mesi Ecolamp ha raccolto 1000 tonnellate di lampade a basso consumo esauste grazie alla collaborazione di privati e professionisti in tutta l’Italia

Ecolamp segna il record di raccolta(Rinnovabili.it) – Ecolamp, consorzio per il recupero e lo smaltimento di apparecchiature di illuminazione, ha superato quota 1000 tonnellate nella raccolta relativa al primo semestre 2013, segnando un incremento del 15% rispetto ai primi 6 mesi del 2012.

Il record è stato quindi il risultato della collaborazione tra i privati, che hanno consegnato alle 2.245  isole ecologiche 340 tonnellate di lampadine esauste e del lavoro del canale professionale che dalle 570 tonnellate dei primi sei mesi del 2012, alle 660 del 2013.

Il primato italiano è nuovamente assegnato alla Lombardia, con oltre 320 tonnellate di lampade esauste raccolte da gennaio a giugno 2013 (+ 6% rispetto allo stesso periodo dello scorso anno) con a seguire Veneto con 122 tonnellate (+14 per cento) e dal Piemonte con 94 tonnellate (+9 per cento). Quello che accomuna tutte le regione è il segno positivo che caratterizza la raccolta, in aumento in tutta l’Italia.

 

“Abbiamo raggiunto un obiettivo molto ambizioso nel corso di questo primo semestre 2013 – commenta Fabrizio D’Amico, Direttore Generale del Consorzio Ecolamp – che ci porta a guardare alle duemila tonnellate per la fine di quest’anno. Un incremento della raccolta pari al 15 per cento in tutto il territorio nazionale è un’importante risposta all’impegno dedicato a sensibilizzare, educare e agevolare la raccolta delle lampadine a basso consumo da parte di tutti i nostri pubblici di riferimento. Notiamo inoltre con piacere come le regioni del centro e del sud Italia abbiano registrato un incremento di molto superiore alla media nazionale: Abruzzo, Campania, Molise, Puglia, Sardegna e Sicilia sono esempi particolarmente virtuosi – prosegue D’Amico – Un altro aspetto degno di nota è il confronto tra canale professionale e cittadini privati: mentre il 2012 si era chiuso con una disparità di crescita (+19 per cento per i professionisti e +4 per cento per il pubblico), il primo semestre del 2013 è caratterizzato da tassi di crescita del tutto simili: segno che le attività informative in cui Ecolamp è regolarmente impegnata trovano sempre maggior riscontro nella sensibilità dei singoli cittadini”.