Frendy energy: fatturato in aumento di oltre il 600% nei primi 3 mesi del 2014

Il gruppo Trafalgar (Piero Giacomini)aumenta la quota in Frendy Energy dal 1,5% al 2,6%

green-economy-vedogreen(Rinnovabili.it) – Frendy Energy S.p.A. comunica che in base ai dati forniti dal GSE ( Gestore dei servizi energetici ) , nei primi 3 mesi del 2014 il fatturato della sola produzione di elettricità del gruppo Frendy Energy è aumentato, rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente, di oltre il 600% .
“Questo risultato eclatante“, commenta Rinaldo Denti – Presidente di Frendy Energy S.p.A. – “è dovuto a 3 fattori principali; il primo la crescita per linee interne che ha visto la nascita di nuovi impianti a tecnologia brevettata, che saranno la base di uno sviluppo dalle prospettive oggi non prevedibili, il secondo la crescita per linee esterne grazie al grande lavoro fatto dai consiglieri operativi Piero ed Eligio Scotta e infine il terzo la messa a punto degli impianti esistenti abbinata alle condizioni metereologiche favorevoli considerata la piovosità del periodo, quindi fattori che fanno ben sperare per l’anno in corso.”
Questo incremento tiene conto quindi dei nuovi impianti entrati in funzione a fine del 2013 e del nuovo perimetro di consolidamento grazie alla acquisizione di quote di maggioranza assoluta, in Frendy Scotta S.r.l. e in K Energy S.r.l., che si sono concretizzate all’inizio del 2014.
“Siamo solo all’inizio del percorso di crescita che abbiamo in mente per Frendy Energy – aggiunge Piero Scotta consigliere di Frendy e Presidente dell’omonimo Gruppo – e posso affermare che la importante centrale in costruzione di Carrù è a un passo dal completamento e dalla messa in produzione, che prevediamo per il mese di Giugno di quest’anno: ci darà molte soddisfazioni e potrà iniziare a contribuire in maniera importante già quest’autunno al fatturato di Frendy per poi esprimere tutte le sue potenzialità nel 2015” Frendy Energy inoltre comunica che il Gruppo Trafalgar, che fa capo al noto imprenditore Piero Giacomini e figli, ha aumentato la propria quota in Frendy Energy dal 1,5% al 2,6%.
Il Gruppo Trafalgar, attraverso la controllata IVR S.p.A., è specializzato nella produzione di valvole per acqua, Oil & Gas e ha una importante divisione Energy.
Graziano Giacomini -consigliere di amministrazione di Trafalgar- commenta: “Abbiamo creduto in Frendy sin dal suo esordio e oggi su questi valori troviamo interessante incrementare la nostra partecipazione e non escludiamo di aumentarla ulteriormente nei prossimi mesi , visto che conosciamo bene tutti gli attori coinvolti, la loro determinazione e professionalità. Ritengo che la tecnologia sviluppata sia nel suo complesso davvero unica al mondo, e se Frendy sarà in grado di esportarla un po’ ovunque attraverso accordi con grandi player internazionali, allora crediamo di essere di fronte ad una grande opportunità”.