L’Ue partecipa alla Giornata Internazionale per la Diversità Biologica

Celebrando la Giornata Internazionale per la Diversità Biologica l’Ue ricorda l’importanza della tutela della biodiversità per garantire un’economia sana e lo sviluppo nei paesi poveri

Giornata Internazionale per la Diversità Biologica(Rinnovabili.it) – Si celebra oggi in tutto il Mondo la Giornata Internazionale per la Diversità Biologica, incentrata sull’importanza di arrestare la perdita di biodiversità e la povertà nei paesi in via di sviluppo ma soprattutto nelle isole e nelle aree limitrofe, riconosciute come ecosistemi unici e di importanza strategica.

A fianco dei paesi più poveri è stata schierata l’iniziativa B4Life, Biodiversity for Life, che si interessa di sostenere e aiutare le nazioni e i popoli a proteggere gli ecosistemi, combattere la criminalità contro la fauna selvatica e sviluppare le economie verdi. Il programma, valido per il periodo 2014-2020 , ha un bilancio stimato di circa 800 milioni di euro provenienti da beni pubblici dell’Ue e da buste di cooperazione allo sviluppo regionale e nazionale.

Per dare maggiore forza agli interventi il programma inizierà le proprie attive nei paesi dove ce n’è più bisogno, dove cioè esistono bacini di biodiversità dalle caratteristiche esclusive o lì dove sono più danneggiati.

 

A tal proposito Andris Piebalgs, commissario europeo per lo Sviluppo, ha dichiarato: “Abbiamo già concordato con i nostri partner europei che lo sviluppo non è sostenibile se danneggia l’ambiente, la biodiversità e le risorse naturali. B4Life ora può fornire i mezzi per intensificare i nostri sforzi per sostenere i mezzi di sussistenza attraverso lo stop al la perdita di biodiversità e la lotta alla criminalità della fauna selvatica”.

Il ripristino delle condizioni di equilibrio di un ecosistema è infatti una garanzia per la salute della natura e per la crescita economica, anche locale vista la possibilità di generare crescita, creare posti di lavoro e ridurre la povertà seguendo uno degli obiettivi indicati dall’Ue: la crescita verde.

Per ottenere i risultati sperati il progetto B4Life si occuperà principalmente di tre settori tra cui la promozione di una buona gestione delle risorse naturali. Migliorando la comunicazione e la trasparenza si potranno sostenere iniziative lo sviluppo di strategie nazionali di biodiversità e contribuire a migliorare la normativa a tutela degli ecosistemi e la gestione delle aree protette.

Un altro tema chiave sarà costituito dalla protezione di ecosistemi sani per la sicurezza alimentare, promuovendo pratiche agricole sostenibili e lo sviluppo di prodotti che siano utili ai consumatori ma che non danneggino l’ambiente e la natura. L’obiettivo potrà essere raggiunto anche attraverso il rirpistino delle aree degradate, allo sviluppo di piani di gestione del territorio e delle aree costiere oltre che delle zone marine protette.

L’ultimo settore di interesse riguarderà soluzioni di sviluppo che interessandosi della natura favoriranno la crescita della green economy favorendo nuovi investimenti e modelli di business anche attraverso la promozione di pubblico-privati ​​per la gestione sostenibile delle risorse naturali.

Per rafforzare la lotta alla criminalità che danneggia la fauna selvatica B4Life includerà anche una speciale ‘Wildlife Window Crisis’ (WCW), dedicata alla lotta contro l’aumento del bracconaggio e del commercio illegale di specie in via di estinzione, in particolare in Africa.