L’ISPRA presenta l’Annuario dei Dati Ambientali 2013

L’Ispra ha presentato stamane l’Annuario dei Dati Ambientali dipingendo un’Italia più verde ma con livelli di inquinamento ancora troppo alti in città

Annuario dati Ambientali ISPRA(Rinnovabili.it) – La musica sta cambiando. Finalmente dall’Annuario dei Dati Ambientali ISPRA arrivano anche buone notizie. Presentato stamani a Roma il documento, nella sua undicesima edizione, rivela che nonostante i livelli di inquinamento nelle città siano rimasti preoccupanti le emissioni generali sono in diminuzione e la superficie verde è nettamente aumentata.

 

Ma cosa dipendono queste variazioni? Complice la crisi economica gli italiano utilizzano sempre la macchina e vanno raramente in vacanza (-16%), fattori che hanno determinato un calo dell’impatto negativo ambientale legato al settore mobilità.

La qualità sempre più elevata delle acque di balneazione, per il 91,9% conformi ai limiti di legge, ha portato ad un aumento dei turisti stranieri.

Oltre il 60% degli italiani e degli stranieri quando si trovano sulla penisola scelgono di spostarsi in auto, contribuendo a mantenere alto il livello di inquinamento che deriva dal settore trasporti, responsabile del 23,4% delle emissioni totali di gas serra.

 

Le buone notizie tornano quando si parla di aree verdi: è aumentato infatti il coefficiente di boscosità, giunto a rappresentare il 36% grazie al contributo dei nuovi alberi piantati nelle aree agricole non più coltivate.

Rimane però elevato il contributo negativo delle attività industriali, che minacciano costantemente l’ambiente e la salute umana. Il danneggiamento del territorio porta inevitabilmente ad altre conseguenze negative quali l’aumento del dissesto idrogeologico e quindi la crescita, ad esempio, del numero di frane.

Dal 1° novembre 2011 al 31 dicembre 2012 si sono infatti verificate 487mila frane che hanno interessato il 6,9 del territorio nazionale e danneggiato quasi un milione di persone.