Malpensa e Linate premiati per la dieta taglia emissioni

Anche per il 2013 i due aeroporti milanesi si sono guadagnati il riconoscimento del massimo livello del programma europeo Airport Carbon Accreditation

Malpensa e Linate premiati per la dieta taglia emissioni(Rinnovabili.it) – La dieta taglia emissioni intrapresa volontariamente dai due aeroporti di Milano, Linate e Malpensa, non sta solo dando risultai tangibili in termini di abbattimento dei gas serra. L’impegno profuso dalla società di gestione SEA attraverso l’adesione programma europeo di certificazione Airport Carbon Accreditation ha fatto meritare ad entrambi gli scali il livello neutralità 3+, il riconoscimento più alto in termini di riduzione delle emissioni e condiviso in Europa con solo altri due società: AVINOR (Oslo e Trondheim Airport), SWEDAVIA (gestore di tutti gli otto aeroporti svedesi).

 

In realtà il risultato non è una sorpresa dal momento che è il quinto anno che Linate e Malpensa si confermano nella top list degli aeroporti più virtuosi d’europa. La SEA è entrata a far parte del programma volontario sin dall’inizio, nel giugno del 2009, come prima Società di Gestione Aeroportuale a classificarsi “Optmization”. Da allora ha costantemente messo in atto, su più fronti, una serie di iniziative per la riduzione dei consumi energetici e per l’abbattimento delle emissioni.

 

“Lo sforzo che l’industria aeroportuale continua a sostenere nell’ambito dell’abbattimento di CO2 è una concreta testimonianza di quanto gli aeroporti europei siano attenti alle problematiche legate al cambiamento climatico – osserva Giulio De Metrio, Chief Operating Officer di SEA, membro del Board di ACI Europe (l’associazione degli aeroporti europei) – Anche gli aeroporti di Milano da anni sono attivamente coinvolti in questo impegno e siamo orgogliosi di aver ricevuto questo rinnovo importante che sancisce la bontà delle iniziative messe in atto nel ridurre le emissioni di CO2, iniziative spesso poco visibili ai passeggeri, ma i cui risultati sono un successo importante per tutti.”