Mediterraneo: la temperatura è cresciuta di un grado in 20 anni

L’aumento di un grado della temperatura nel Mediterraneo sta modificando gli equilibri e la distribuzione di alcune specie animali e vegetali

Il Mediterraneo bollente(Rinnovabili.it) – In alcune aree del Mediterraneo negli ultimi 20 anni la temperatura è aumentata di un grado centigrado. I dati sono contenuti in un rapporto pubblicato di recente dall’Ufficio per l’Unione Internazionale del Mediterraneo per la Conservazione della Natura (UICN-Med) che si è interessato di analizzare le conseguenze di questo fenomeno sulla biodiversità marina.

 

Il documento tra gli effetti ha individuato inoltre il riscaldamento dell’acqua, è causa dell’alterazione della salinità, della circolazione delle correnti e dell’aumento il livello del mare. Di questi l’aumento della salinità è stato identificato come l’elemento che potenzialmente può influenzare la crescita, la riproduzione e le attività degli organismi marini. Per questo l’associazione ha calcolato che l’aumento della temperatura sta modificando la distribuzione delle specie.

 

“Le Aree marine protette svolgono un ruolo particolarmente importante nell’analisi degli impatti biologici del cambiamento climatico”, ha detto il responsabile del progetto del Centro Programma Marino dell’organizzazione e coordinatore della pubblicazione, Maria del Mar Otero.

L’organizzazione ha inoltre evidenziato l’ importanza di questa pubblicazione in quanto fonte di nuove informazioni “chiare e concise” relative ai principali effetti dei cambiamenti climatici sulla biodiversità marina del Mediterraneo.