I Mob App Awards 2014 premiano “PuliAMO”, l’app per una città pulita

I Mob App Awards 2014 hanno premiato l’app di modomodo e A2A che aiuterà i cittadini a capire dove conferire correttamente i propri rifiuti e denunciare gli illeciti

Mob App Awards 2014(Rinnovabili.it) – I Mob App Awards 2014 di SMAU hanno assegnato il primo premio della competizione a modomodo, piattaforma leader di riferimento in Italia nel mercato delle applicazioni mobile, che ha battuto gli altri partecipanti presentando l’app “PuliAMO” di A2A nella categoria “Pubblica amministrazione e servizi al cittadino”. Grazie all’applicazione sarà più facile tenere pulita la nostra città sfruttando le funzioni che la società ha pensato per educare e informare i cittadini che verranno coinvolti nelle attività.

Il contest ha riunito interessanti proposte rivolte ai consumatori e alle aziende e fruibili da smartphone e tablet e ha dato il primo premio all’app del Gruppo A2A, che permetterà di effettuare con semplicità la raccolta differenziata dei rifiuti dedicando i consigli sia agli italiani che ai turisti stranieri permettendo loro di scaricare l’applicazione e selezionare la loro lingua tra 8 diverse.

A trovare il favore del pubblico soprattutto la sezione “dovelobutto” che permette di selezionare un prodotto e capire quale sia il suo giusto conferimento anche quando la rete internet è assente. In poche mosse l’utente potrà anche prenotare il servizio di ritiro dei rifiuti ingombranti e indicare l’eventuale abbandono di oggetti in aree non idonee con la possibilità di allegare fotografie di denuncia.

 

“La vittoria dell’app “PuliAMO” è per noi motivo di grande orgoglio, perché dimostra come il mobile possa trasformarsi in uno strumento di pubblica utilità, contribuendo a migliorare la qualità della vita delle persone – afferma Fabio Maglioni, founder di modomodo. Un chiaro esempio di come  l’innovazione tecnologica possa affiancare il senso civico e ambientale dei cittadini con l’uso di strumenti familiari e ampiamente diffusi come smartphone e tablet.”