Patto con i Sindaci per ridurre emissioni di co2

Vito: “Vogliamo, assieme, raggiungere veramente, ed anzi andare oltre gli obiettivi indicati dall’Unione europea”

FriuliLa Regione Friuli Venezia Giulia ha stabilito di aderire, nel ruolo di coordinatore territoriale, al ‘Patto dei Sindaci’, lanciato dalla Commissione europea con lo scopo di coinvolgere le comunità locali ad impegnarsi in iniziative per ridurre nelle città le emissioni di CO2 del 20% attraverso l’attuazione di un Piano d’Azione che preveda tempi di realizzazione, risorse umane dedicate, monitoraggio, informazione ed educazione.
La decisione, formalizzata da una delibera della Giunta regionale approvata oggi su proposta dell’assessore all’Ambiente e all’Energia Sara Vito, rientra nel quadro delle iniziative promosse dall’Unione europea per ridurre le proprie emissioni di anidride carbonica del 20% entro il 2020, aumentando nel contempo del 20% il livello di efficienza energetica e del 20% la quota di utilizzo delle fonti di energia rinnovabile. “I dati in nostro possesso – spiega Sara Vito – indicano che le città sono responsabili, direttamente e indirettamente, attraverso i prodotti e i servizi utilizzati dai cittadini, di oltre il 50% delle emissioni di gas serra derivanti dall’uso dell’energia nelle attività umane. Da qui la necessità che le amministrazioni locali e quella regionale mettano in campo azioni concrete e coordinate”. “Aderendo al ‘Patto dei Sindaci’ – precisa l’assessore all’Ambiente – la Regione si impegna ora a stimolare l’adesione allo stesso Patto da parte dei Comuni del Friuli Venezia Giulia, coordinandone l’attività, fornendo sostegno anche finanziario, assistenza tecnica e strategica per predisporre dei Piani d’Azione per l’energia sostenibile e per dar vita a iniziative di sensibilizzazione dei cittadini”. “Vogliamo, assieme, raggiungere veramente, ed anzi andare oltre gli obiettivi indicati dall’Unione europea, diminuendo le emissioni di CO2 negli agglomerati urbani di più del 20% entro la fine del decennio. Con l’aiuto dei sindaci ci prefiggiamo di mobilitare la società civile in uno sforzo congiunto, nel comune interesse alla salvaguardia dell’ambiente, alla sostenibilità energetica, alla lotta ai cambiamenti climatici”, conclude l’assessore regionale Sara Vito.