Ersaf, rapporto sullo stato delle foreste in Lombardia

Il rapporto redatto dall’Ente Regionale per i Servizi all’Agricoltura fotografa nel complesso una situazione positiva. Nel 2019, la regione è passata da 38 a 71 mila ettari certificati, pari all’11,4% del totale sul territorio

stato delle foreste
Foto di Aneta Esz da Pixabay

Lombardia, stato delle foreste: crescono sia gli ettari che le certificazioni. Un passo importante per nuove politiche economiche e ambientali

(Rinnovabili.it) – Presentato ieri presso la sede di Federlegno Arredo a Milano, il Rapporto sullo stato delle foreste in Lombardia realizzato da Ersaf (Ente Regionale per i Servizi all’Agricoltura)  certifica il “continuo e progressivo ampliamento delle superfici forestali” e la “progressiva riduzione di quelle trasformate”. 

Stando al rapporto, la superficie forestale in Lombardia è risultata essere di 619.893 ettari, corrispondenti al 26% del territorio regionale e al 2% di quello nazionale. Nel dettaglio, le foreste sono maggiormente diffuse nella provincia di Brescia (28%), seguite da quelle di Sondrio, Bergamo e Como. Gli oltre 600 mila ettari del patrimonio forestale  – specificano ancora i tecnici dell’Ersaf – sono ad oggi distribuiti per la maggior parte in montagna (81%), in collina 12% e in pianura 7%. 

Leggi anche: “Dieci proposte per una gestione forestale sostenibile”

 

Buone notizie quindi, che fanno della Lombardia la terza regione italiana per superficie forestale. Un patrimonio prezioso, da tutelare e sfruttare in maniera sostenibile.Vogliamo che le foreste lombarde siano sempre più una risorsa ambientale ed economica. Per questo stiamo investendo nella filiera e nella certificazione del legno con risultati importanti visto che nel 2019 siamo passati da 38 mila a 71 mila ettari certificati, pari all’11,4% del totale in Lombardia”, ha dichiarato l’assessore all’Agricoltura, Alimentazione e Sistemi verdi della Regione Lombardia Fabio Rolfi a margine della conferenza di presentazione. 

 

Certificazione significa non solo interventi ecosostenibili, ma anche avere una materia prima utilizzabile dall’industria della trasformazione con un indotto economico importante e una diminuzione dell’import estero, dal quale ancora dipendiamo in larghissima parte. “Sicuramente per l’80% ha specificato all’Adnkronos Sebastiano Cerullo, direttore generale di FederlegnoArredoora bisogna capire come far crescere tutta la nostra filiera che è vero, è fatta di piccole e medie imprese, però bisogna dare loro l’opportunità di mettersi insieme e fare prodotti di valore aggiunto, cosa che la Lombardia ha ben presente. Dobbiamo andare in questa direzione”.

Pubblicato sul sito internet dell’Ersaf per “diffondere la conoscenza e la cultura forestale” il Rapporto sullo stato delle foreste rappresenta in tal senso un punto di partenza fondamentale per la progettazione delle strategie europee dei prossimi decenni in termini di lotta ai cambiamenti climatici. “L’evoluzione delle risorse forestali – ha concluso il presidente dell’Associazione Forestale Italiana Andrea Negri – risulta essenziale per definire e implementare le strategie di pianificazione della loro gestione, obiettivo strategico per la Regione con ricadute sia in termini di aumento occupazionale che di qualità dell’ambiente”.

Leggi anche: “La FAO annuncia un nuovo piano per il monitoraggio delle foreste”

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui