Il Fondo cinese per lo sviluppo verde punta sulle regioni rurali

Nato per promuovere la transizione economica, il Fondo cinese per lo sviluppo verde sarà utilizzato principalmente per investire nella regione del fiume Yangtze.

Bonifica del suolo e delle acque, queste sono le priorità del Fondo cinese per lo sviluppo verde

(Rinnovabili.it) – Il Fondo cinese per lo sviluppo verde, il primo programma finanziario dedicato all’ambiente della superpotenza asiatica, ha già raccolto nella sua prima fase 12,59 miliardi di dollari, secondo quanto dichiarato a Reuters da Zou Shoumin, direttore responsabile delle finanze presso il Ministero dell’Ambiente.

Il Fondo cinese per lo sviluppo verde è stato formalmente lanciato il 15 luglio dal Ministero delle Finanze e, secondo i piani del ministro dell’Ambiente, Huang Runqiu, è stato progettato per supportare la transizione dell’economia cinese e rafforzare il ruolo del mercato nella lotta all’inquinamento e ai cambiamenti climatici.

Leggi anche Politiche ambientali cinesi: clima ed economia si muovo nella stessa direzione?

Nato per promuovere progetti “verdi” e la decarbonizzazione dell’industria, il Fondo per lo sviluppo verde sarà utilizzato principalmente per investire in programmi strategici per lo sviluppo della regione del fiume Yangtze, il fiume Azzurro, divenuta nel corso dei secoli un’area sempre più importante per l’economia della Cina, specialmente per quanto riguarda il settore agricolo.

Fino ad oggi, infatti, la superpotenza asiatica ha cercato di diversificare le fonti di finanziamento per i programmi ambientale, ma ha faticato ad escogitare nuovi meccanismi finanziari in grado di affrontare gli ingenti costi di bonifica del suolo e delle acque inquinate della regione di Yangtze.

Leggi anche Cina: parte la campagna contro l’inquinamento da ozono

In generale, nel periodo 2016-2020, il governo centrale cinese ha stanziato 78,3 miliardi di yuan per combattere l’inquinamento idrico, 97,4 miliardi di yuan per l’inquinamento atmosferico e 28,5 miliardi di yuan per l’inquinamento del suolo, nonché altri 20,6 miliardi di yuan per affrontare i problemi ambientali che imperversano nelle regioni rurali.

Zou ha dichiarato a Reuters di sperare che, tramite il Fondo cinese per lo sviluppo verde, “il governo centrale possa continuare ad investire durante il quattordicesimo piano quinquennale (2021-2025) soprattutto nelle aree rurali, in particolare per risolvere l’annoso problema dell’inquinamento atmosferico, dovuto alla forte presenza di ozono e PM2.5.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui