Europa e Stati Uniti alleati sulla tecnologia verde

USA e UE lanciano una Transatlantic Green Technology Alliance: cooperazione rafforzata sul fronte delle tecnologie per accelerare la transizione ecologica. Più dialogo anche in vista della Cop26 e sul commercio (leggi: carbon border tax)

Tecnologia verde: Europa e Stati Uniti rilanciano l’intesa
via depositphotos.com

Clima e tecnologia verde al centro dell’incontro Biden-von der Leyen-Michel

(Rinnovabili.it) – Alleanza sullo sviluppo di tecnologia verde, più cooperazione per rispettare l’accordo di Parigi, ma nessun passo concreto per dire addio per sempre al carbone e alle altre fonti fossili. Sono i tre capisaldi del dialogo tra Bruxelles e Washington, in fase di rilancio in questi giorni con la visita di Joe Biden in Europa.

Oggi il presidente americano incontra la presidente della Commissione Ursula von der Leyen e Charles Michel, presidente del Consiglio europeo. E il clima resta al centro dell’agenda, come lo è stato al vertice G7 in Cornovaglia dell’11-13 giugno, in cui UE e USA hanno già preso le misure sulle rispettive politiche climatiche. L’incontro di oggi serve per sottolineare quali saranno le priorità comuni.

Leggi anche Biden apre il Leaders Summit on climate, USA promettono -52% CO2 al 2030

Al centro del summit c’è la tecnologia verde: è questo il nuovo perno delle relazioni transatlantiche in fatto di clima ed energia. Secondo quanto riporta una bozza delle conclusioni dell’incontro, vista dall’agenzia Reuters, von der Leyen e Biden lanceranno una Transatlantic Green Technology Alliance. “Intendiamo lavorare verso un’alleanza transatlantica per le tecnologie verdi che promuova la cooperazione” per metterle a punto e portarle sui mercati, si legge nel documento.

Sempre la tecnologia verde sarà protagonista di un altro organismo che vedrà la luce nelle prossime settimane, un “Consiglio per il commercio e la tecnologia“. Formato di dialogo di alto livello con il compito di supervisionare la cooperazione sul commercio e tenere dei focus specifici su intelligenza artificiale, clima e tecnologia verde, e altre tecnologie digitali.

Leggi anche Anche gli Stati Uniti pensano alla carbon border tax

Una relazione speciale è in cantiere anche sul rispetto dell’accordo di Parigi sul clima. Per garantirne l’attuazione è pronto “un gruppo di azione per il clima ad alto livello UE-USA”, che potrebbe diventare il motore della cooperazione tra le due sponde dell’Atlantico sulla politica climatica. Un abbraccio più stretto, quello euro-americano su clima e tecnologia verde, che lancia un messaggio alla Cina.

Ma ancora una volta Bruxelles e Washington non mettono su piatto nessun impegno concreto a breve termine. Sulla finanza climatica il comunicato finale è un copia e incolla di quello del G7 e non contiene nessuna promessa precisa sui fondi che saranno mobilitati. Idem sul carbone: anche qui, nessuna data sul phase out, nemmeno come orizzonte di massima.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui