Progetto Prepair, il Nord Italia fa squadra contro lo smog

Sette anni di tempo per promuovere stili di vita, di produzione e di consumo più sostenibili nel bacino Padano. Trasporti, combustione di biomasse e agricoltura, i campi di intervento

L’E.R. presenta il pacchetto di 90 azioni contro lo smog

 

(Rinnovabili.it) – Uniti per mettere in campo una strategia che colpisca dal basso il problema dell’inquinamento atmosferico. I diciotto partner del progetto Prepair sono pronti a dar battaglia allo smog che ammorba il Bacino padano coinvolgendo da vicino la popolazione. Come? Educando, informando e formando. La finalità del progetto è, infatti, quella di promuovere stili di vita, di produzione e di consumo più sostenibili, cioè capaci di incidere sulla riduzione delle emissioni. E per farlo, l’iniziativa individuerà specifiche azioni di sensibilizzazione e divulgazione rivolte ad operatori pubblici, privati e alle comunità locali.

Mentre l’Italia si prepara a ricevere l’ennesimo richiamo da parte di Bruxelles sui valori dei contaminanti atmosferici (rischiano nuove salatissime multe), Emilia-Romagna, capofila del progetto, Lombardia, Piemonte, Veneto, Friuli Venezia Giulia e la Provincia di Trento, insieme ad una serie di agenzie ambientali e amministrazioni comunali, studiano come sostenere il percorso che dovrà portare al pieno rispetto degli standard comunitari.

L’iniziativa – che coinvolge anche l’Agenzia per l’ambiente della Slovenia – può contare su 17 milioni di euro, 10 dei quali messi a disposizione dall’Europa. “L’approvazione del progetto da parte della Commissione europea è un importante risultato di area vasta – ha affermato l’assessore regionale alle Politiche ambientali, Paola Gazzolo -. Significativa è la presenza al nostro fianco di Piemonte, Lombardia e Veneto, con cui stiamo già lavorando per le azioni di contrasto all’inquinamento nella Pianura padana, e dei tre principali Comuni di quest’area: Milano, Torino e Bologna. Abbiamo a disposizione sette anni di lavoro per far crescere la consapevolezza delle nostre comunità: il problema dell’inquinamento va affrontato insieme, con un approccio integrato capace di andare oltre i confini amministrativi”.

 

Trasporti, gestione razionale dell’energia, riscaldamento domestico e agricoltura, saranno i campi di intervento individuati per sperimentare azioni di miglioramento della qualità dell’aria a partire dal Bacino padano. Tra gli interventi concreti che saranno portati avanti dal progetto Prepair, c’è la realizzazione di una piattaforma permanente per la condivisione dei dati, il monitoraggio e la valutazione della qualità dell’aria nel Bacino padano, comprensiva anche degli effetti dell’inquinamento transfrontaliero Italia-Slovenia. Nel settore agricoltura, il programma individuerà lo sviluppo di uno strumento comune di valutazione delle misure per ridurre le emissioni degli allevamenti; è prevista, inoltre, la diffusione delle buone pratiche per l’utilizzo dei fertilizzanti, anche attraverso l’elaborazione di un sistema di assistenza agli agricoltori per limitare lo spandimento nei periodi a maggior rischio di accumulo di inquinanti in atmosfera. Nel campo dei trasporti, invece si mira ad elaborare strumenti comuni per supportare la mobilità pubblica, elettrica e ciclabile, oltre alla gestione razionale delle merci, anche attraverso l’adozione di azioni pilota e dimostrative. “La dimensione culturale – conclude Gazzolo – è fondamentale per vincere la lotta allo smog: ciascuno è chiamato a fornire il proprio contributo, a partire dai comportamenti quotidiani”.

1 commento

  1. Buongiorno
    Per favorire la riduzione drastica dello smog, dovuto al riscaldamento domestico, bisogna favorire lo sviluppo della micro cogenerazione a metano, come del resto avviene nei paesi del Nord Europa.
    Questa tecnologia, che produce energia elettrica e termica contemporaneamente, oltre che essere molto conveniente economicamente, consente una forte riduzione di CO2
    cordiali saluti
    Alessandro Cossali

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui