La lotta ai rifiuti inizia da Let’s clean up Europe

La campagna europea contro il littering e l’abbandono dei rifiuti torna a raccogliere best practies e nuove proposte di pulizia straordinaria nel vecchio continente

La lotta ai rifiuti inizia da Let's clean up Europe(Rinnovabili.it) – Let’s Clean Up Europe. Ripuliamo l’Europa.  Non si tratta solo di un’esortazione, ma anche del titolo della campagna europea contro il littering e l’abbandono dei rifiuti, lanciata all’interno dell’European Week for Waste Reduction. Giunta alla sua seconda edizione, Let’s Clean Up Europe ha attivato ieri le iscrizioni, chiamando a raccolta quanti vogliano proporre ed organizzare, sull’intero territorio nazionale, azioni di raccolta e pulizia straordinaria dei rifiuti.

“Ogni anno, milioni di tonnellate di rifiuti finiscono negli oceani, nelle spiagge, nelle foreste e in luoghi incontaminati. Le cause principali sono i modelli insostenibili di produzione e di consumo delle nostre società, unitamente alle inefficienti strategie di gestione dei rifiuti e alla mancanza di consapevolezza della popolazione. Al fine di ridurre il problema e dare visibilità alla questione, la SERR (Settimana Europea per la Riduzione dei Rifiuti) coordina a livello europeo delle giornate di pulizia”, si legge nell’homepage della campagna.

 

A livello europeo sono state organizzate negli anni diverse iniziative di raccolta rifiuti e l’intento della Giornata Clean-Up Europe è esattamente quello di mettere insieme tutti questi progetti e portarli ad un livello comunitario, coinvolgendo e raggiungendo il maggior numero possibile di cittadini.

A Let’s Clean Up Europe possono aderire istituzioni ed enti locali, associazioni di volontariato, scuole, gruppi di cittadini, imprese e ogni altra tipologia di enti semplicemente registrandosi on-line sui siti web www.envi.infowww.menorifiuti.org e i siti web dei membri del Comitato Promotore Italiano. Ai gruppi aderenti sarà richiesto di contabilizzare, ove possibile, la quantità di rifiuti raccolti (suddivisi per tipologia) – e il numero di partecipanti compilando in un secondo momento una scheda di valutazione on line che consentirà di raccogliere dati utili per conoscere l’andamento della campagna. Gli organizzatori invieranno a tutti i gruppi aderenti, oltre al materiale comunicativo (logo, banner per siti web e file per poster da stampare), una bandiera con il logo della manifestazione e chiederanno ai partecipanti di inviare immagini o video dei volontari in azione anche attraverso i social network (Let’s Clean Up Europe è su Twitter e Facebook, hashtag #cleanupeurope). La scadenza delle iscrizioni è il 15 aprile.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui