Bambini e istituzioni in Campidoglio per il primo Villaggio di educazione ambientale

A Roma, gli studenti delle scuole elementari sono stati ospiti della sindaca Raggi e del Ministro Costa per una mattinata evento dedicata all’ambiente.

educazione ambientaleIntervenuto in apertura del Villaggio per l’educazione ambientale il Ministro Sergio Costa ha annunciato l’avvio dell’iter per l’istituzione della Giornata nazionale dedicata all’Ambiente

 

(Rinnovabili.it) – Una giornata dedicata al rapporto tra ambiente, sostenibilità ed educazione: la piazza del Campidoglio, questa mattina, si è animata grazie a centinai di giovanissimi studenti delle scuole elementari e medie ospiti alla prima edizione del Villaggio per l’educazione ambientale promosso dal Ministero dell’Ambiente in collaborazione con Miur e Comune di Roma.

 

L’evento ha visto la partecipazione di rappresentanti di istituzioni, parchi nazionali e associazioni Onlus che hanno animato 6 gazebo allestiti nella storica piazza capitolina in cui ospitare eventi e approfondimenti sui temi caldi dell’ambiente: dalla lotta alle microplastiche nei mari e al cambiamento climatico spiegati ai ragazzi dagli esperti di Guardia Costiera e Ispra alle specie animali “aliene” e quelle a rischio nel nostro Paese, come i lupi, raccontate dai Carabinieri del CUFA, dalla scoperta della biodiversità urbana e marina con gli specialisti di WWF, Legambiente e Gaiola Onlus ai laboratori didattici organizzati da Lipu, LAV e Marevivo.

 

guardia costiera educazione ambientale

 

“La giornata di oggi vuol dire non fermarsi – ha spiegato agli studenti riuniti in Campidoglio il Ministro dell’Ambiente, Sergio Costa – Lo stiamo facendo per noi, ma anche per voi”: in occasione dell’evento, infatti, l’ex Generale dei Carabinieri Forestali ha annunciato di aver avviato l’iter per istituire ogni 10 maggio la Giornata nazionale dedicata all’Ambiente.

 

>>Leggi anche SDG, in Italia sostenibilità in chiaroscuro: bene consumi energetici e salute, male istruzione e parità di genere<<

 

A fare gli onori di casa, la sindaca Virginia Raggi: “Se abbiamo la possibilità di ridurre il nostro impatto sull’ambiente, facciamolo. Iniziando dalle piccole azioni quotidiane costruiremo il cambiamento. Un esempio? Compriamo frutta sfusa: a volte portiamo a casa più plastica che frutta”.

 

Sulla stessa linea anche l’intervento del Presidente della Camera, Roberto Fico che, davanti ai ragazzi delle suole medie ed è elementari ha sottolineato: “L’ambiente non ha confini. Dobbiamo dare soluzioni globali a problemi globali. Impariamo tutti a fare scelte consapevoli. La consapevolezza porta a costruire un futuro migliore”.

 

“E’ una giornata importante in cui celebriamo l’importanza dell’educazione ambientale. Un concetto che comprende istruzione, sensibilizzazione e formazione, e permette ai cittadini di scegliere e adottare comportamenti virtuosi – ha dichiarato il sottosegretario all’ambiente con delega all’educazione ambientale, Salvatore Micillo – Il nostro obiettivo è trasformare i cittadini da attori passivi a soggetti attivi e consapevoli. A partire dalle scuole dell’infanzia e da quelle primarie, l’insegnamento deve affrontare concetti quali lo sviluppo sostenibile, la green economy, la conservazione delle risorse ma anche l’educazione civica e culturale”.

 

>>Leggi anche Sviluppo sostenibile: 10 mosse per mettere l’Italia al passo con l’Europa<<

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui