Tempesta di neve a New York: colpa del cambiamento climatico?

Forse non sarà il fattore scatenante, ma di sicuro il cambiamento climatico ha contribuito ad aggravare la tempesta di neve a New York

Tempesta di neve a New York colpa del cambiamento climatico

 

(Rinnovabili.it) – La tempesta di neve a New York? Potrebbe averci messo lo zampino il cambiamento climatico, anche se i ricercatori vogliono andarci piano con queste ipotesi. Eppure le bufere più pesanti degli ultimi anni, che bloccano letteralmente le città e danno luogo a pesanti inondazioni nelle zone costiere del New England, potrebbero portare la firma del riscaldamento globale. Gli esperti, pur dichiarando che è ancora troppo presto per puntare il dito sui mutamenti del clima nel caso di Juno, la bufera newyorkese, si sbilanciano a dire che una tendenza di questo tipo sta comunque emergendo.

 

«La stagione delle nevi è sempre più breve – ha dichiarato Kevin Trenberth, uno scienziato del clima che lavora presso il National Center for Atmospheric Research – Ma possono verificarsi pesanti nevicate, causate in parte dal cambiamento climatico», che in Nord America sta portando un numero sempre maggiore di precipitazioni estreme. Le quali, se fa abbastanza freddo, possono trasformarsi in epocali fioccate.

Altri dati vengono in supporto di questa tesi: cinque delle più grandi tempeste di neve di New York, si sono verificate a partire dal 2000, e il 2014 è stato il più caldo da quando, 130 anni fa, si è iniziato a mappare la temperatura. Quest’ultima è cresciuta in parallelo anche sulla superficie degli oceani, fatto che lo scorso anno ha causato un aumento del 10% del vapore acqueo in atmosfera, ha spiegato Tremberth. Circa la metà di questa umidità è causata dal riscaldamento globale.

 

Se dunque molti scienziati tendono a non volersi sbilanciare sulle cause delle singole tempeste, non possono negare che stiano emergendo trend non trascurabili.

«Non c’è dubbio che una componente di quel caldo anomalo è dovuta ai cambiamenti climatici causati dall’uomo – ha spiegato Michael Mann, scienziato del clima presso l’Università della Pennsylvania – Queste alte temperature oceaniche portano anche maggiore umidità nell’aria, di cui queste tempeste si nutrono, e possono portare colossali nevicate nell’entroterra».

Mann esclude che l’unico responsabile di questi eventi sia il cambiamento climatico. Tuttavia è convinto nell’affermare che proprio da quest’ultimo «sono stati probabilmente aggravati».

1 commento

  1. Altro evento raro. Prima due uragani che sono giunti fino alla latitudine di New York in due diversi anni (periodo di ritorno 500 anni per l’evento), poi i -30°C dell’anno scorso con tutti i fenomeni correlati (http://nuove-energie-rinnovabili.blogspot.it/2014/01/il-gelo-dovuto-al-surriscaldamento.html?q=50%C2%B0C). Ora questo.. anche se a dire il vero non mi pare che si sia ancora palesato. Quasi quasi vado a vedermi le webcam su new york per vedere come va.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui