Inquinamento dell’aria: in Ue allarme per 11 paesi

Esaminando i livelli di 4 differenti sostanze l’AEA ha scoperto che ben 11 paesi registrano livelli preoccupanti di inquinamento dell’aria

inquinamento(Rinnovabili.it) – In fatto di inquinamento continuano ad arrivare cattive notizie dall’Ue. Sarebbero infatti ben 11 i paesi ad aver registrato violazioni dei limiti di inquinamento dell’aria nel 2012. Tra questi Francia, Germania e Irlanda figurano tra  coloro che starebbero emettendo troppi inquinanti mentre il Regno Unito starebbe percorrendo la giusta traiettoria per il raggiungimento degli obiettivi  prefissatisi. A rilasciare i numeri dell’inquinamento l’AEA, l’Agenzia europea per l’Ambiente dopo aver esaminato i livelli nell’aria di quattro differenti inquinanti: anidride solforosa (SO2), ossidi di azoto (NOx), ammoniaca (NH3) e composti organici volatili non metanici (COVNM).

 

Esaminando i dati ottenuti si è riscontrato come oltre a Francia, Germania e Irlanda, anche Austria, Belgio, Danimarca, Lussemburgo, Malta, Paesi Bassi, Spagna e Svezia hanno superato i limiti imposti dalla direttiva sui limiti nazionali di emissione (NECD).

Ad essere superati sono soprattutto i livelli raccomandati di ossido di azoto (NOx), con nove Stati membri che superano i livelli indicati, soprattutto a causa delle emissioni derivanti dal trasporto su strada.

Per Danimarca e Finlandia a preoccupare sono i quantitativi di ammoniaca registrati nell’aria assieme alla Spagna, dove a preoccupare è anche l’ossido di azoto. Per il Lussemburgo la maglia nera viene assegnata per due differenti sostanze e a carico di tutti i 27 pende l’accusa di aver raggiunto i limiti concessi per le emissioni di anidride solforosa.

Commentando i risultati ottenuti dalle analisi l’AEA ha dichiarato “le emissioni di inquinanti atmosferici sono diminuite nel corso degli ultimi decenni, ma alcune sostanze superano ancora i livelli di emissione raccomandati, andando al di sopra dei limiti di legge nell’UE, in particolare per quanto riguarda i biossidi di azoto”.