Vito: acque sotterranee bene da utilizzare e preservare

La Regione ha ideato un progetto di educazione ambientale, finalizzato a diffondere una maggiore conoscenza del territorio e delle sue riserve idriche

FriuliSi intitola ‘L’acqua del mio pozzo: come posso fare per proteggerla’, l’incontro di approfondimento che si terrà domani sera, alle ore 20,30, a Morsano al Tagliamento, nel centro polifunzionale di via Roma, ed è organizzato dalla Regione, dal Comune e dall’Università di Trieste.

Come commenta l’assessore regionale all’Ambiente, Sara Vito, “ogni cittadino può contribuire a preservare l’inestimabile patrimonio rappresentato dalle risorse idriche sotterranee, che nel Friuli Venezia Giulia sono ingenti, e rappresentano un bene anche per le future generazioni”.

Per questo motivo, l’Amministrazione regionale ha ideato un progetto di educazione ambientale, finalizzato a diffondere una maggiore conoscenza del territorio e delle sue riserve idriche. Con l’obiettivo di poter diffondere in seno alla comunità la consapevolezza del valore dell’acqua, e l’esigenza di un suo utilizzo responsabile e razionale.

La sede di Morsano al Tagliamento per questo evento, come specifica l’assessore Vito, “è motivata dal fatto che nella bassa pianura friulana è diffuso l’utilizzo dei pozzi privati per l’approvvigionamento idrico domestico”.

Gli interventi, che si articoleranno nel corso della serata, verteranno principalmente sulla spiegazione delle caratteristiche del sottosuolo locale.

E tratteranno in particolare delle falde dalle quali proviene l’acqua che beviamo; del modo nel quale essa viene utilizzata; delle eventuali criticità presentate dall’attuale sistema d’uso; e delle possibili azioni da avviare, o mantenere, per preservare questo bene.