In Basilicata, 131 comunità energetiche rinnovabili

Lanciato il consorzio “Ge.fo.cal”, partecipato al 51% dal Comune di Calvello e per la restante parte da imprenditori del settore privato, per la valorizzazione a fini energetici della massa biologica delle foreste

Giornata internazionale delle foreste 2022

La prima cer a chilometro zero della Basilicata

“Il progetto presentato oggi da Coldiretti punta a valorizzare lo scarto, la massa biologica delle foreste per poter realizzare energia verde e quindi, rappresenta sicuramente un tassello di un mosaico più grande che punta all’autonomia energetica e all’efficienza. Credo che ognuno dei piccoli Comuni della Basilicata potrebbe diventare una comunità energetica“.

Lo ha detto l’assessore regionale all’Ambiente, Territorio ed Energia Cosimo Latronico, che oggi a Potenza ha partecipato alla presentazione del consorzio “Ge.fo.cal”, partecipato al 51% dal Comune di Calvello e per la restante parte da imprenditori del settore privato, per la valorizzazione a fini energetici della massa biologica delle foreste.

I promotori di questo progetto, finanziato con 200 mila euro dal Ministero delle Politiche Agricole e Forestali, intendono creare la prima comunità energetica a chilometro zero della Basilicata, per la tutela e la gestione di una vasta area boschiva nel territorio del Comune di Calvello.

“Con le comunità energetiche – ha aggiunto Latronico – i consumatori diventano produttori e si realizzano obiettivi di autonomia energica dei territori, con benefici rilevanti perché l’energia verde non produce emissioni dannose per l’ambiente. Lavoreremo – ha concluso – perché i 131 Comuni lucani possano diventare altrettante comunità energetiche in rete tra loro”.

Articolo precedenteEmergenza cinghiali, “non più procrastinabile un intervento normativo”
Articolo successivoAllarme di Cdp, l’Italia deve potenziare subito le sue infrastrutture del gas

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui