Vacanze cristalline da Ecoresort

Tra spiagge bianche, acqua cristallina e natura selvaggia. Fuggire dal caldo delle città verso paradisiaci ecoresort, senza rinunciare alla sostenibilità ed all’efficienza.

Ecoresort per vacanze cristalline -Fiji

 

(Rinnovabili.it) – Spiagge bianche incontaminate, acqua cristallina, sorseggiare un cocktail all’ombra di una palma. Amanti o meno del mare, chi sotto il sol leone delle afose città, non si è trovato almeno una volta a sognare ad occhi aperti di volare letteralmente “fuori dal mondo”. E perché non scegliere la sostenibilità anche in vacanza con gli ecoresort?

 

 

Chumbe Island Ecolodge, Tanzania

 

Chumbe Island Ecolodge Tanzania

 

A sud dell’arcipelago Zanzibar, nel cuore del Chumbe Island Coral Park, la prima area marina protetta della Tanzania, sorge l’omonimo Chumbe Island Ecolodge, una struttura realizzata nel pieno rispetto della comunità locale.

L’ecoresort è composto da soli sette bungalows praticamente autosufficienti nei consumi, dove l’acqua piovana è recuperata e sfruttata per le “eco-docce”, l’elettricità è prodotta dai pannelli fotovoltaici, un sistema filtrante permette di trattare le acque grigie e nere dei bungalows evitando ogni genere di spreco.

 

Saffire Resort, Tasmania

 

Saffire Resort, Tasmania

 

Ispirato alle onde del mare e alle dune di sabbia, il Suffire Resort si trova a Coles Bay, sulla costa orientale della Tasmania. Le 20 esclusive eco-suite private sorgono in realtà dalle ceneri di un tristissimo parcheggio di rulotte abusivo in disuso che per molto tempo ha deturpato il meraviglioso paesaggio. Con il Suffire Resort si gode invece di un soggiorno a basso impatto ambientale, dove ogni singolo materiale è di provenienza locale e soprattutto naturale.

Qui l’importanza del recupero dell’acqua piovana e del suo impiego per alimentare i servizi igienici e per irrigare i giardini, è di fondamentale importanza per evitare il diffondersi di eventuali incendi. Tutti i bungalows dell’ecoresort sono perfettamente isolati e dotati di un sistema per la climatizzazione che sfrutta le correnti fresche per mantenere un perfetto comfort interno.

 

 

Jean-Michel Cousteau Fiji Islands Resort, Fiji

 

Jean-Michel Cousteau Fiji Islands Resort Fiji

 

Basta dire Fiji per evocare sensazioni piacevoli in più, l’ecoresort a cinque stelle “Jean-Michel Cousteau”, evita non solo di danneggiare la vicina foresta pluviale, ma riesce anche a rimediare ad alcuni errori del passato. Il resort è nato da un sogno di Jean-Michel Cousteau, figlio del noto esploratore, che desiderava tradurre in pratica “l’insegnamento ecoefficiente della barriera corallina”, alimentata unicamente dai raggi del sole.

Qui tutto è riciclato, dagli scarti delle cucine fino all’acqua degli scarichi, nel pieno rispetto dell’ecosistema naturale delle Fiji. I materiali utilizzati per costruire la struttura sono ovviamente locali ed il sistema per il raffrescamento è privo di qualsiasi aiuto meccanico, sfruttando unicamente la fresca brezza marina.

 

 

Lapapa Rios Ecolodge, Costa Rica

 

Lapa Rios Ecolodge Costa Rica

 

Il Lapa Rios Ecolodge, Costa Rica si trova nell’Oceano Pacifico ed è una delle poche pluripremiate strutture turistiche ad essersi aggiudicata le “5 foglie della Sostenibilità”, assegnate ogni anno nel Costa Rica. L’ecolodge è arroccato a 350 metri sul livello del mare, completamente immerso nella foresta pluviale e costruito con materiali locali, nessun albero è stato abbattuto per la sua costruzione. Le docce sono all’aperto e alimentate dall’energia solare, mentre l’acqua piovana è recuperata ed i rifiuti trattati e, dove possibile ricilati.

 

 

Alila Villas Uluwatu, Bali

 

Alila Villas Uluwatu Bali1

 

Il paradiso tropicale dell’isola di Bali incornicia l’Alila Villas Uluwatu, un ecoresort di lusso certificato con il massimo punteggio in sostenibilità ed ecologia.

Il resort è nato da un idea dello studio WOHA e si fonde con lo splendido paesaggio circostante, attraverso passeggiate a filo d’acqua, passerelle sopraelevate e tettoie all’aria aperta.

 

 

Six Senses Resort, Vietnam

 

Six Senses Con Dao

 

Se vuoi davvero scappare dal mondo ecco il Six Senses Con Dao, immerso nello splendido paesaggio delle omonime isole vietnamita. Il progetto è firmato dagli architetti della AW² Architecture  e si è aggiudicato il riconoscimento del Green Globe 21. Sostenibilità ambientale, energetica e sociale per l’ecoresort Six Senses, costruito in legno e climatizzato grazie al solo raffrescamento passivo.

Aprendo gli occhi la mattina si percepisce solo l’azzurro del mare ed il bianco delle spiagge.

 

Paesaggi così meravigliosi ed incontaminati dovrebbero essere preservati per garantire anche alle future generazioni di apprezzare le splendide bellezze del mondo. Il semplice intervento umano trasforma inevitabilmente questi luoghi, tuttavia il turismo sostenibile potrebbe rivelarsi un valido compromesso, per assaporare le meraviglie del mondo senza distruggerlo.