FSC, aperta consultazione sugli indicatori per l’uso di pesticidi altamente pericolosi

L’organizzazione ha aperto una consultazione pubblica sugli indicatori generici internazionali per l’uso di pesticidi altamente pericolosi. I contributi serviranno alla modifica della prima bozza dello standard FSC-STD-60-004a FSC

pesticidi altamente pericolosi
By Jeff Vanuga / Photo courtesy of USDA Natural Resources Conservation Service., Public Domain, Link

FSC è al lavoro per la definizione di nuovi indicatori generici internazionali per l’uso di pesticidi altamente pericolosi

(Rinnovabili.it) – Per mezzo di una relazione compilata e diffusa nei giorni scorsi, la Corte dei Conti europea ha evidenziato limiti, lacune e mancanze circa l’azione intrapresa dagli Stati membri per la regolamentazione dell’uso di pesticidi altamente pericolosi e prodotti fitosanitari. Il testo evidenziava in particolare la necessità di maggiori controlli e migliori indicatori di rischio comuni a tutta l’Unione. 

Un passo importante in tal senso è stato mosso da FSC, organizzazione internazionale non governativa nata per promuovere la gestione responsabile di foreste e piantagioni. L’organizzazione punta nel dettaglio all’implementazione della nuova Politica FSC sui pesticidi attraverso una consultazione pubblica sulla prima bozza dello standard “FSC-STD-60-004a FSC sugli indicatori generici internazionali per l’uso di pesticidi altamente pericolosi”. 

Leggi anche: “Pesticidi dannosi: l’UE vieta l’uso di clorpirifos e clorpirifos-metile”

 

Approvata dal Comitato Esecutivo di FSC International a marzo 2019 ed entrata in vigore nell’agosto dello stesso anno, la nuova politica fornisce un elenco dei pesticidi altamente pericolosi e classificati in tre distinte categorie di rischio: pesticidi proibiti da FSC, pesticidi il cui uso è fortemente limitato e pesticidi il cui uso è limitato. I pesticidi proibiti da FSC non possono essere mai utilizzati se non in caso di emergenza, mentre quelli altamente pericolosi il cui uso è fortemente limitato o limitato possono essere utilizzati solo in base a diversi criteri. La valutazione dev’essere ovviamente proporzionata alla scala, all’intensità e al rischio delle attività di gestione (“Variabili di Esposizione”). 

Poiché la Valutazione del Rischio permette di selezionare l’opzione di controllo meno impattante dal punto di vista ambientale e sociale, si rende anche in questo caso necessario lo sviluppo di nuovi indicatori generici internazionali. Tali indicatori sono formulati da un gruppo di lavoro, composto da membri del gruppo di lavoro sulla Politica sui Pesticidi (cominciato nel 2016) ed esperti tecnici nel campo dei pesticidi, in particolare negli audit, nello sviluppo dello standard e nella gestione forestale.

 

La consultazione pubblica – spiega FSC incoraggiando tutti i portatori d’interesse a collaborare per fornire le proprie impressioni – serve per raccogliere input fondamentali alla modifica della bozza. Lo si potrà fare fino al 20 aprile accedendo alla sezione dedicata sul sito internet. 
FSC International ha inoltre annunciato l’avvio di uno studio per lo sviluppo di ulteriori indicatori generici internazionali applicabili per l’utilizzo di pesticidi chimici, che saranno poi adattati al contesto nazionale di riferimento e inclusi nello Standard Nazionale di Gestione Forestale FSC. Una volta sviluppati i nuovi indicatori – chiarisce l’associazione – FSC Italia provvederà a informare le aziende certificate per adeguare il proprio sistema di gestione integrata degli agenti patogeni.

Leggi anche: “La Germania esporta pesticidi vietati in Europa”

 

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui