Grattacieli solari che producono 4 volte quello che consumano

Con la tecnologia messa a punto da Sbotic si potranno realizzare grattacieli solari capaci di produrre il quadruplo dell’energia consumata e ripagare le spese di costruzione

Grattacieli solari che producono 4 volte quello che consumano

 

(Rinnovabili.it) – L’azienda londinese Sbotic sta per presentare con la campagna di crowfunding Six Cities Solar High Rise Competition: una gara di progettazione per inserire nel panorama di Parigi, Londra, New York, Berlino, Tokio e Barcellona sei grattacieli solari che sfruttano il fotovoltaico a concentrazione per produrre il quadruplo dell’energia che consumano.

La facciata sud delle sei torri sarà coperta di sfere trasparenti che lavorano in tandem con un pannello micro fotovoltaico e recettori termici, che riusciranno a produrre l’energia capace di ripagare in 25 anni i costi di costruzione.

Gli architetti che intendono partecipare a questa sfida dovranno progettare i grattacieli solari e studiare come inserire questo modello di innovazione sostenibile nel contesto urbano consolidato, in un’ottica di pianificazione urbana attenta e rispettosa dell’identità specifica di ogni città.

 

Come funzionano i grattacieli solari di Sbotic

Il tratto comune delle sei torri sarà la facciata sud, che dovrà integrare nel prospetto il modulo MICROTRACK, che combina la lente sferica con un sistema di micro tracciamento a doppio asse, che capta la luce solare da qualsiasi angolazione e riesce a produrre il 70% di energia in più rispetto alla media degli altri sistemi fotovoltaici.

Il modulo è trasparente al 99% e questo lo rende adatto a coprire le superfici vetrate dei grattacieli senza ostruire l’ingresso della radiazione solare. Tra gli aspetti di sostenibilità c’è anche la riciclabilità del sistema al 99%, essendo composto prevalentemente da vetro.

 

Grattacieli solari che producono 4 volte quello che consumano

 

Un esempio di calcolo del rendimento dei grattacieli solari

Prendiamo ad esempio la costruzione di un grattacielo di 25 piani a Parigi, città caratterizzata radiazione solare annua globale di 1,68 kWh/mq. Ipotizzando un consumo medio annuo di 0,03 MWh/mq ed una superficie in pianta di 100 mq si ottiene il consumo annuo totale, che ammonta a 75 MWh. Utilizzando pannelli fotovoltaici tradizionali (150 W/mq, 1,5 AMd, 1,000 W/mq, T= 25°) si riescono a generare 120 MWh di energia elettrica. Partendo dagli stessi dati dimensionali possiamo fare il calcolo con una superficie coperta da solare a concentrazione di 1100 mq (facciata di 1000 mq più 100 mq di copertura), grazie alla potenza nominale di 215 W/mq di MICROTRACK si riescono a produrre 397 MWh all’anno.

Risulta evidente che con il solare a concentrazione si riesce a produrre più del quadruplo dell’energia consumata annualmente dall’edificio, con un ritorno economico che permette di rientrare velocemente delle risorse investite per la costruzione dei grattacieli solari.

 

Grattacieli solari che producono 4 volte quello che consumano

 

7 Commenti

  1. Se considera una pianta quadrata di 100 mq il lato dell’edificio sarà di 10 m lineari. Se ogni piano ha un’altezza di 4 m (comprensivi di solaio e controsoffitto) calcolando:
    10 m (lato edificio) x 4 m (altezza piano) x 25 (numero dei piani) = 1000 mq

  2. avete scritto: “Gli architetti che intendono partecipare a questa sfida dovranno progettare i grattacieli solari e studiare come inserire questo modello di innovazione sostenibile nel contesto urbano consolidato, in un’ottica di pianificazione urbana attenta e rispettosa dell’identità specifica di ogni città.”
    esiste già un bando di gara? se si dove ci deve rivolgere per consultarlo?

  3. avete scritto:
    “Gli architetti che intendono partecipare a questa sfida dovranno progettare i grattacieli solari e studiare come inserire questo modello di innovazione sostenibile nel contesto urbano consolidato, in un’ottica di pianificazione urbana attenta e rispettosa dell’identità specifica di ogni città.”
    esiste già un bando di gara? se si dove ci deve rivolgere per consultarlo?

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui