Prestiti per l’efficienza energetica: quali possibilità ci sono?

Per chi vuole investire nelle rinnovabili esistono diverse possibilità di finanziamento. Scopri le varie tipologie di prestiti per l’efficienza energetica

Prestiti per l'efficienza energetica: quali possibilità ci sono?

 

(Rinnovabili.it) – I prestiti per l’efficienza energetica permettono a chi non dispone di eccessiva liquidità di non rinunciare a rendere la propria casa o impresa più green. Oltre ai tradizionali prestiti presenti sul mercato, esistono infatti prodotti specifici per finanziare lavori di efficientamento energetico. Si tratta di soluzioni di credito a tasso agevolato, per le quali occorre ovviamente allegare alla richiesta i preventivi di spesa, per dimostrare alla banca che effettivamente andremo ad utilizzare la somma ricevuta per interventi che rendano la nostra casa o impresa più efficiente.

 

Prestiti per l’efficienza energetica: i finanziamenti pubblici

Esistono diverse opportunità pubbliche di finanziamento, derivanti dalle politiche e dai fondi messi a disposizione dall’Unione Europea in materia di green economy. Alcune sono dedicate esclusivamente a imprese e/o pubbliche amministrazioni, altre sono aperte anche ai privati. Vediamo nel dettaglio quali sono:

 

  • Fondo Europeo Efficienza Energetica (FEEE) e European Local Energy Assistance (ELENA), i cui fondi sono riservati alle pubbliche amministrazioni e possono essere utilizzati per finanziare interventi finalizzati al miglioramento degli standard di vita della collettività.

  • Horizon 2020, un programma di finanziamenti a fondo perduto gestito direttamente dalla Commissione Europea. Il suo scopo è di creare opportunità di finanziamento per le imprese e le pubbliche amministrazioni che vogliono avviare iniziative energetiche ad alto contenuto innovativo.
  • Bandi Regionali, programmi attivati dalle varie amministrazioni regionali con modalità differenti, dedicati sia alle imprese che ai privati.
  • Fondo Europeo di Sviluppo Regionale (FESR), è un’iniziativa valida sono nella Regione Veneto e prevede l’erogazione di finanziamento agevolati alle piccole e medie imprese che vogliono investire per migliorare il livello di efficienza energetica dei propri processi produttivi.

 

Prestiti per l’efficienza energetica: i finanziamenti privati

Per i privati che necessitano di un aiuto economico per i propri progetti di efficientamento energetico esistono queste soluzioni:

  • Prestito bancario: tutti gli istituti di credito offrono finanziamenti a tasso agevolato dedicati proprio ai privati che vogliono investire nelle rinnovabili, coibentare la propria casa, ecc.
    Rateizzazione in bolletta: in questi casi è l’operatore energetico a finanziare l’intervento anche al 100% e la restituzione dell’importo avviene tramite rate periodiche conteggiate in bolletta.
  • Leasing: per gli impianti fotovoltaici c’è la possibilità di averli in leasing per un determinato periodo, alla fine del quale si può scegliere se riscattarli o restituirli. Questa soluzione è particolarmente adatta alle imprese, dal momento che la formula del leasing presenta diverse agevolazioni e sgravi fiscali.

2 Commenti

  1. Sulla locandina delle banche c’è scritto si tasso agevolato, ma poi il percorso minato per arrivare al traguardo, ve lo raccomando.. bah.. io sarei per fare in modo che i prestiti vengano erogati da altri privati a chi vuole investire in risparmio energetico, cosi chi presta è contento del ritorno con un pò di interessi e chi riceve pure, evitando lo screening osseo che fanno le banche a tutti quei clienti che chiedono soldi perchè hanno poca liquidità per eseguire gli interventi che di fatto servono a tutti, per poi darli a occhi chiusi a quelli che coi soldi cercano solo di speculare.. belle le favole, ma a 40 anni non ci credo più.. e voi?

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui