Ecovillaggio antisismico per la ricostruzione di Christchurch

C’è anche un italiano tra gli autori del progetto vincitore per la ricostruzione di Christchurch, che permetterà di realizzare un ECOvillaggio sostenibile capace di resistere ad ogni genere di terremoto.

 

1-Villaggio anti terremoto per Christchurch

 

(Rinnovabili.it) – C’è anche un italiano tra i vincitori del progetto multimilionario per la ricostruzione nel cuore di Christchurch di un nuovo villaggio urbano ecosostenibili capace di resistere ad ogni genere di terremoto.

 

Il team dell’architetto romano Anselmi Attiani architects,  affiancato da Holloway Builders e Cresco Engineers ha sbaragliato gli altri 58 concorrenti provenienti da 19 Paesi, mettendo sul tavolo il progetto per un villaggio dalle notevoli potenzialità, ma soprattutto sicuro dal punto di vista sismico, per poter resistere ad un eventuale terremoto.

 

Siamo a Christchurch, città della Nuova Zelanda distrutta da un terribile terremoto nel 2011 che è riuscita a rialzarsi dopo la tragedia investendo a 360° in una ricostruzione sostenibile, efficiente e sicura per gli abitanti. Tra i progetti recentemente ultimati per la città come non ricordare la cattedrale di cartone di Shigeru Ban, costruita per sostituire la precedente chiesa distrutta dal sisma.

 

5-Villaggio anti terremoto per Christchurch

 

Come parte integrante della ricostruzione, il concorso Breathe Christchurch New Urban Village venne lanciato nel settembre 2012 per richiamare l’attenzione dei professionisti internazionali sulla progettazione di un complesso urbano a densità media, che incorporasse tutte le strategie e gli accorgimenti necessari per far convivere l’efficienza energetica con  la sicurezza anti simica.

Il concorso Breathe è solo una parte del maxi progetto di ricostruzione Christchurch Central Recovery Plan, del quale il villaggio anti- terremoto vincitore andrà ad intervenire su una superficie di oltre 8.000mq.

 

 

UN ECO-VILLAGGIO ANTI TERREMOTO

2-Villaggio anti terremoto per Christchurch

 

Il progetto prevede 72 residenze realizzate in legno veri e propri green building che saranno articolati attorno ad una serie di spazi comuni e spazi pubblici, indispensabili per valorizzare la socialità del futuro villaggio.

Tutto l’insediamento sarà costruito applicando l’innovativo sistema all’avanguardia ARMADILLO, ideato per sviluppare al massimo la tecnologia antisismica adatta a resistere ad ogni genere di terremoto.

Attività commerciali, uffici ed aree verdi saranno poi ulteriori elementi di qualità dell’insediamento “anti terremoto”, nel tentativo di trasformare  questo progetto, nel punto di riferimento per tutto il futuro sviluppo della città, valorizzando l’efficienza e rivolgendosi verso uno stile di vita sostenibile.