Piano antincendio boschivo 2022: “Lavoriamo in tempo”

Gallo: “Quest’anno ci muoveremo per tempo e lavoriamo per avviare un programma che dovrà naturalmente avere il contributo e la collaborazione di tutti”

Emergenza incendi: in cenere 158mila ettari nel 2021
via depositphotos.com

Nel 2021 anche 250 incendi appiccati in una sola giornata

“Quest’anno insieme al dipartimento Agricoltura vogliamo realizzare un piano antincendio boschivo che sia migliore di quello dello scorso anno. I numeri del 2021 sono impressionanti: sono stati registrati anche 250 incendi appiccati in una sola giornata, di cui 50 in una sola mattinata. Si è trattato di un attacco concentrico dal quale abbiamo avuto difficoltà a difenderci. Perciò quest’anno ci muoveremo per tempo e lavoriamo per avviare un programma che dovrà naturalmente avere il contributo e la collaborazione di tutti. Investiremo milioni di euro per prevenire e anche per mettere in campo azioni mirate contro i piromani. Con il dipartimento nazionale della Protezione Civile abbiamo anche avviato una serie di attività per sostenere finanziariamente le aziende agricole che hanno subito danni. Oggi ascolteremo tutti coloro ci potranno dare delle indicazioni precise sulle risorse da impegnare per difendere il nostro enorme patrimonio boschivo. Difenderlo è tra gli obiettivi principali di questa Giunta regionale, anche per come indicato con forza dal presidente Roberto Occhiuto. L’appello va comunque ai calabresi che devono loro per primi tutelare e amare la più importante risorsa naturalistica della Calabria”.

Lo ha detto l’assessore regionale all’agricoltura, Gianluca Gallo, a margine di un incontro operativo che ha coinvolto enti e associazioni agricole e di volontariato, l’Azienda Calabria verde, la Protezione civile regionale, i vigili del fuoco, i carabinieri forestali e i consorzi di bonifica.

“L’incontro di oggi – ha spiegato il dirigente Politiche della montagna, Foreste, Forestazione e Difesa del suolo, Salvatore Siviglia – è finalizzato all’acquisizione di eventuali contributi da parte di tutti gli enti che hanno competenze nella stesura del piano regionale antincendio boschivo con l’obiettivo di pianificare in tempo tutte le azioni necessarie. Un piano che dovrà garantire la massima efficacia sia nella lotta attiva che nella prevenzione degli incendi e che dovrà essere approvato prima dell’inizio della campagna antincendio, che di norma parte dal 21 giungo”.

Articolo precedenteUn Patto per il Clima con i Sindaci pugliesi
Articolo successivoIdroelettrico, firmate le convenzioni per la progettazione di nuove opere

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui