A Milano aprono le Nuove Gallerie di Leonardo, genio dal pensiero sostenibile

Studi e ricerche consegnano la figura di un uomo pienamente immerso nel suo tempo, attento alla natura e all’uomo

© Lorenza Daverio
© Lorenza Daverio

(Rinnovabili.it) – Da oggi, a Milano, si può conoscere un nuovo, emozionante, inaspettato volto di Leonardo. O meglio, si può scoprire il vero Leonardo Da Vinci. Non soltanto un genio dalle sconfinate capacità intellettuali, un “personaggio universale” ma, come documentano anni di studi e ricerche, un uomo immerso nel suo tempo, in profondo contatto con la realtà di febbrile entusiasmo e ricerca del sapere che contraddistinse il Rinascimento. Le Nuove Gallerie di Leonardo, che hanno aperto i battenti al Museo della Scienza  e Tecnologia omonimo, offrono al visitatore l’ineguagliabile esperienza di un viaggio nei luoghi dove Leonardo visse e operò.

 

E’ possibile così accostarsi a quello studio meticoloso della  natura e dell’uomo, che Leonardo realizzava usando come primo strumento  il disegno, scoprendo come, pioneristicamente, in lui abitasse una visione del mondo “sostenibile”. Tre delle dieci sezioni, in particolare,  in cui si sviluppa il viaggio nel “Leonardo pensiero”, realizzato grazie al coinvolgimento di un team di esperti – l’architetto e scenografo Francois Confino con lo studio LLTT, il professore di Storia dell’Arte Moderna del Politecnico di Milano, Pietro Marani, con curatore Claudio Giorgione, curatore e risorsa interna del Museo, esprimono nitidamente questa visione, presentando le intuizioni che ancor oggi rendono il genio Da Vinci un contemporaneo: le “Città ideali e Perfetti Corpi”; “Le Vie d’acqua”; “L’uomo e il Cosmo”.

 

© A.Nassiri - Museo Nazionale Scienza Tecnologia
© A.Nassiri – Museo Nazionale Scienza Tecnologia

 

“Leonardo da Vinci, cui è intitolato il Museo, è un’icona, simbolo di curiosità e conoscenza multidisciplinare e  interdisciplinare, di attenzione a soggetti specifici e principi globali, anche per questo testimone assoluto di contemporaneità – ha dichiarato Fiorenzo Galli, Direttore Generale del Museo. – “Le Nuove Gallerie – ha proseguito galli – rappresentano il momento più importante nella storia della Fondazione, e per me, al Museo da 18 anni, il progetto più ambizioso conseguito. Per il valore culturale, l’ampiezza e l’investimento economico reclutato, il progetto è una delle maggiori realizzazioni delle celebrazioni 2019  del quinto centenario della morte di Leonardo 2019 a livello internazionale”. Ad oggi, ha concluso Galli, le Nuove Gallerie sono “la più grande esposizione permanente dedicata a Leonardo, un traguardo di cui siamo particolarmente orgogliosi anche per il particolare e positivo connubio con i nostri partner pubblici e privati”.

 

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui