Premio Speciale Cultura di Rinnovabili.it al docufilm Controcorrente

La 4a edizione del riconoscimento premia il progetto di due giovani romani, Claudia Carotenuto e Daniele Giustozzi. La cerimonia si è tenuta nell’ambito della Conferenza “Visitare l’Italia tra borghi e città”, a chiusura della consegna dei Centri Educational Award 2019

Premio Speciale Cultura di Rinnovabili.it al docufilm Controcorrente

 

(Rinnovabili.it) – Raccontare lo stato dell’acqua in Italia attraverso viaggio on the road all’insegna della ricerca ma anche della sostenibilità ambientale. Questo lo spirito che pervade Controcorrente, docufilm girato da Claudia Carotenuto e Daniele Giustozzi: un progetto indipendente e autofinanziato che ha portato i due giovani autori ad attraversare la Penisola a bordo di un’auto ibrida per indagare l’aspetto ambientale, economico, sociale, politico, storico e persino religioso delle acque nazionali. L’opera è la vincitrice della quarta edizione  del Premio Speciale Cultura Rinnovabili.it, creato dal quotidiano diretto da Mauro Spagna e assegnato con la collaborazione del Cetri-Tires. La premiazione è avvenuta stamane a palazzo Madama, in occasione della Conferenza “Visitare l’Italia tra borghi e città” e dei Centri Educational Award 2019, alla presenza alla presenza del Ministro dei Beni culturali e del Turismo, Dario Franceschini, del Direttore dell’Ufficio Europeo di Jeremy Rifkin, Angelo Raffaele Consoli, del coordinatore generale del centro studi europeo CETRI-TIRES Antonio Rancati, unitamente ai Presidenti dell’Anci, Antonio Decaro, e della Fondazione Ifel, Guido Castelli.

 

 

Il Premio Speciale Cultura Rinnovabili.it è stato creato per valorizzare i nuovi linguaggi e forme della comunicazione ambientale. Un riconoscimento che prosegue idealmente il percorso iniziato nel 2016 con la premiazione di Chiara Andrich e Giovanni Pellegrini, registi di “Bring The Sun Home”, il docufilm che racconta il viaggio-esperienza di alcune donne provenienti da sperdute zone rurali e isolate dell’America del Sud per arrivare in India e diventare vere e proprie “ingegnere solari”. E continuato nel 2017 con un altro gioiello del settore documentaristico: “Diman” (Domani), il lungometraggio del 2015 dei registi, Cyril Dion e Mélanie Laurent che spiega come evitare la catastrofe ecologica. Nel 2018 è stato invece assegnato a Daniele Di Domenico, ideatore di “Sval&Bard – 10 regole per sopravvivere nell’Artico”, una serie animata in stop-motion che, con intelligenza e originalità, proietta i telespettatori nel luogo abitato più a Nord del Mondo.

Articolo precedenteClima: 9 punti di non ritorno che abbiamo già raggiunto
Articolo successivoLife4MarPiccolo, progetto italiano per la bonifica dei sedimenti marini inquinati

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui