Il turismo sostenibile è la chiave per lo sviluppo dell’America Latina

Un accordo tra Organizzazione Mondiale del Turismo e Banca per lo sviluppo dell’America Latina punta a far crescere il turismo sostenibile in tutto il contenente a sud degli Usa. Ossia un elemento chiave per lo sviluppo post Covid 19

America Latina

di Andrea Barbieri Carones

(Rinnovabili.it) – Puntare allo sviluppo del turismo sostenibile è l’obiettivo dell’accordo siglato tra l’Organizzazione Mondiale del Turismo (la UNWTO) e la Banca per lo sviluppo dell’America Latina (CAF). 

Un accordo che arriva in un momento di crollo di arrivi e di investimenti esteri in tutto il continente americano situato a sud di Texas e Arizona. E i numeri parlano da soli: nel 2020, gli investimenti esteri diretti sono scesi del 74% rispetto al 2019. Percentualmente, gli arrivi internazionali sono andati un po’ meglio, essendo diminuiti “solo” del 68% nei primi 7 mesi del 2021. Il confronto, anche in questo caso, è riferito allo stesso periodo prepandemico.

Questo ha messo a rischio migliaia di posti di lavoro, molti dei quali di aziende di piccole o medie dimensioni che in tutto il mondo valgono l’80% del mercato.

L’accordo vedrà le 2 organizzazioni lavorare insieme allo scopo di attrarre, promuovere e favorire gli investimenti nel turismo in tutta l’America latina. Mette particolare enfasi nel favorire l’accesso a nuovi meccanismi di finanziamento e nel promuovere investimenti verdi che accelerino il turismo sostenibile.

Peraltro l’innovazione è la chiave per rimodellare il turismo, come spiega il segretario generale dell’UNWTO Zurab Pololikashvili. “L’innovazione nel modo in cui gli investimenti sono promosso è la chiave per il turismo sostenibile. Lavorare al rafforzamento della cultura di venture capital in alcuni paesi e favorire la nascita e la crescita di startup è fondamentale pe lo sviluppo di una economia sostenibile”.

Il segretario generale ha poi sottolineato l’importanza di far crescere gli investimenti “green” tramite i fondi messi sul piatto dalle Nazioni Unite tramite il “Net Zero Fund”.

“Il nuovo turismo diventerà il più grande alleato della sostenibilità ambientale” ha aggiunto Sergio Diaz, presidente esecutivo del CAF, commentando questa iniziativa congiunta. “Crediamo anche che il turismo possa essere un catalizzatore per le economie regionali in America latina e nei Caraibi. Anzi: il turismo sostenibile sarà la maggior fonte di recupero per molti paesi, in ginocchio dopo la crisi da Covid”.

La dichiarazione di Glasgow per un’azione sul clima, lanciata dall’UNWTO in occasione della conferenza COP26 a inizio novembre, vede nei finanziamenti un pilastro fondamentale per dimezzare le emissioni di CO2 nel prossimo decennio e raggiungere quota zero nel 2050.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui