Nasce Erion Care, il consorzio contro l’abbandono dei rifiuti del tabacco

Il consorzio arriva dopo un anno di lavoro dei quattro soci fondatori: BAT, Imperial Brands, JT International e Philip Morris

Erion Care
Foto di Bob Dmyt da Pixabay

(Rinnovabili.it) – Un consorzio che faccia prevenzione contro l’abbandono dei rifiuti dei prodotti del tabacco: ERION Care, annunciato da BAT, Imperial Brands, JT International e Philip Morris, pone le basi per mettere la Responsabilità Estesa del Produttore al centro delle strategie sostenibili dei principali attori del settore. Il consorzio arriva dopo un anno di lavoro dei quattro soci fondatori, indirizzati da Unindustria (Associazione territoriale del sistema Confindustria di Roma Frosinone Latina Rieti Viterbo) e con il supporto strategico e organizzativo di EY Parthenon, che ha garantito il confronto con i principali benchmark internazionali.

Erion Care, all’interno del sistema Erion, lavorerà per applicare gli obblighi previsti dal Decreto Legislativo 8 novembre 2021, n. 196 di attuazione della Direttiva Europea SUP (Single Use Plastics), che norma lo smaltimento di una serie di scarti e rifiuti tra cui, appunto, i filtri dei prodotti del tabacco.

“I soci fondatori di Erion Care sono orgogliosi di presentare oggi questo nuovo consorzio, che esprime la determinazione del settore del tabacco nel perseguire con impegno importanti obiettivi di sostenibilità” – ha dichiarato il Presidente di Erion Care, Enrico Ziino“Abbiamo deciso di muoverci con largo anticipo rispetto alle scadenze normative per poter avere un confronto approfondito e costruttivo con il MITE e con tutti gli altri interlocutori istituzionali, al fine di mettere a punto un accordo di programma efficace, equilibrato e utile al Paese.”

Prevenire l’abbandono dei rifiuti dei prodotti del tabacco

L’azione del consorzio si concentrerà sulla prevenzione dei comportamenti che recano danno all’ambiente, sostanziandosi in campagne di sensibilizzazione contro la dispersione dei rifiuti dei prodotti del tabacco e diffondendone le buone pratiche di smaltimento.

Erion Care inoltre si occuperà di contribuire ai costi di rimozione, trasporto e trattamento dei rifiuti dei prodotti del tabacco, al momento tutti a carico degli enti locali, attraverso un accordo di programma già siglato con il Ministero della Transizione Ecologica.

“Erion è lieto di essere il partner dei Produttori del settore del tabacco, sostenendoli con le proprie competenze e la propria organizzazione nel percorso virtuoso che hanno avviato. Ai quattro attuali consorzi Erion si affianca oggi un nuovo sistema collettivo, pensato per rispondere con successo agli obiettivi che i soci fondatori intendono perseguire” – ha aggiunto il Presidente di Erion Compliance Organization, Andrea Fluttero – “L’obiettivo di Erion è di sviluppare Sistemi eccellenti di Responsabilità Estesa, guidati dai Produttori, in grado di proteggere l’ambiente e di favorire stili di vita più sostenibili”.

Articolo precedenteRinnovabili in Italia, attesi oltre 5 GW per il 2022
Articolo successivoUna possibile (e auspicabile) strategia energetica per l’Italia

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui