Raccolta differenziata RAEE. Ecolamp: “Nel 2022 già 1.400 tonnellate”

I dati di Ecolamp sulla raccolta dei rifiuti elettrici nel primo semestre del 2022 confermato i territori d’eccellenza per recupero e smaltimento lampadine dello scorso anno: Lombardia, Veneto, Lazio, Emilia-Romagna e Piemonte

Raccolta differenziata RAEE
© MARIO GUERRA PHOTO (www.marioguerra.com)

(Rinnovabili.it) – Ecolamp, il consorzio che si occupa di raccolta differenziata per i RAEE del settore illuminotecnico, ha pubblicato i dati dei primi sei mesi del 2022, in cui sono state trattate circa 1.400 tonnellate di rifiuti elettrici ed elettronici. I dati mostrati dal Consorzio hanno confermato i trend di eccellenza dello scorso anno, premiando le regioni Lombardia, Veneto, Lazio, Emilia-Romagna e Piemonte. 

Nel primo semestre di quest’anno Ecolamp ha raccolto e riciclato 601 tonnellate di RAEE del raggruppamento R4 (piccoli elettrodomestici, elettronica di consumo e apparecchi di illuminazione), e 806 tonnellate di apparecchi di raggruppamento R5, cioè le sorgenti di illuminazione esauste. 510 sono invece le tonnellate di rifiuti di sorgenti luminose conferite dalla cittadinanza presso i centri di raccolta distribuiti in tutta Italia, mentre altre 296 tonnellate sono state gestite con i servizi volontari per installatori e operatori professionali offerti dal consorzio.

“Nei primi sei mesi del 2022 – commenta Fabrizio D’Amico, Direttore Generale di Ecolamp – la raccolta Ecolamp dei RAEE conferma la presenza di aree particolarmente virtuose. L’obiettivo del Consorzio è continuare a sostenere la raccolta su tutto il territorio nazionale, grazie a campagne informative rivolte a cittadini e installatori e ad una sempre più ampia gamma di servizi dedicati ai RAEE di illuminazione e agli altri piccoli rifiuti elettrici ed elettronici da smaltire, a beneficio della sostenibilità ambientale e dell’economia circolare.”.

I territori più virtuosi per la raccolta differenziata di RAEE

I dati del 2022 confermano le regioni d’eccellenza che già nel 2021 avevano espresso le migliori performance e che quest’anno hanno contribuito quasi alla metà dell’attività complessiva del consorzio. Il primo semestre è  stato guidato da tre regioni, che da sole hanno effettuato il 47% della raccolta complessiva di lampadine effettuata da Ecolamp, per un totale di 378 tonnellate. 

Le regioni sul podio sono la Lombardia, con le sue 181 tonnellate, il Veneto, che ne ha raccolte 100, e il Lazio, che ha migliorato le proprie prestazioni arrivando a raccogliere 97 tonnellate di lampadine. Altre regioni hanno invece migliorato le proprie performance, come la Puglia che, con le sue 37 tonnellate, è la prima tra le regioni del Sud. 

Sono dieci le province che hanno primeggiato nella raccolta, raggiungendo il 40% della  differenziata complessiva di RAEE: 323 tonnellate. Prima tra tutte Milano, che ha raccolto 52 tonnellate; seguono Roma (48) e Latina (43). Al quarto posto c’è Bergamo, che ha raccolto 36 tonnellate, e poi ci sono Torino (34), Bologna (26), Vicenza (23), Catania (14) e Napoli (13). Napoli e Catania, al sedicesimo e al diciassettesimo posto, sono le prime due province del Sud. 

Articolo precedenteAggiornata la lista degli animali in via di estinzione: c’è anche la farfalla monarca migratrice
Articolo successivoBiosensori per il cuore: riciclare i vecchi CD fa bene alla salute e al pianeta

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui